Stomaco gonfio e duro

Stomaco gonfio

Stomaco gonfio

Oggi analizzeremo a fondo la condizione in cui lo stomaco diventa gonfio e duro, analizzando le cause e i possibili rimedi, senza però sostituire in alcun modo il parere medico, l’unico capace di analizzare nei dettagli la vostra situazione, individuarne le cause e in caso prescrivervi i medicinali corretti. Spesso si tratta di un problema banale, altre volte invece può essere il campanello d’allarme di una possibile patologia.

Le cause dello stomaco gonfio e duro

stomaco

Quando sentiamo lo stomaco molto gonfio o duro al tatto, siamo davanti ad un sintomo e in quanto tale, bisogna individuarne le cause. Spesso questo problema non indica patologie gravi ma solo qualche disturbo di tipo alimentare a cui porre rimedio. Tuttavia sarebbe un comportamento irresponsabile affermare che il gonfiore addominale non rappresenta in alcuni casi il campanello d’allarme per patologie più serie.

All’interno di questo paragrafo andiamo ad analizzare tutte le principali cause dello stomaco gonfio e duro.

  • La sensazione di gonfiore spesso deriva dalla classica “abbuffata”. In questi casi ovviamente abbiamo la soluzione già davanti gli occhi e non resta che “smaltire” il troppo cibo ingerito e imparare a controllarsi a tavola. Un valido aiuto può essere dato dal cardo mariano che dopo un pranzo abbondante è un valido alleato naturale per la digestione ma soprattutto per eliminare il gonfiore allo stomaco.

  • Nonostante frutta e verdura siano due tipologie di alimenti importantissimi, alcune di queste tendono ad aumentare la formazione di gas nella pancia. È bene quindi ridurre il consumo degli specifici cibi così da evitare che lo stomaco si gonfi e indurisca.

  • Può trattarsi di un repentino aumento di peso, il quale porterà lo stomaco a indurirsi. In questo caso bisogna agire sul problema di base, magari contattando un nutrizionista.

  • Le donne potrebbero riscontrare questi sintomi nei giorni immediatamente precedenti alle mestruazioni.

  • Attenzione alle intolleranze, prima tra tutte quella al lattosio. Spesso infatti non da sintomi troppo evidenti, ma solo “piccoli” problemi come il gonfiore addominale, la formazione di gas e una diarrea ricorrente. Per capire se può essere questo o meno il problema, sarà necessario il consulto medico e i relativi test.

Leggi anche: Colesterolo alto: come abbassare il colesterolo

I sintomi che accompagnano lo stomaco gonfio e duro

stomaco duro

Come ho già detto, lo stomaco gonfio e duro è un sintomo, però nella maggior parte dei casi è accompagnato da altri piccoli disturbi. Quali?

  • Il sintomo più comune è il dolore addominale, la cui intensità varia di caso in caso.

  • Crampi addominali

  • Sudorazione

  • Nausea e diarrea (qualora dipenda dall’indigestione)

È importante riconoscerli perché il gonfiore addominale è un disagio molto comune a numerosi problemi e patologie. Studiando a fondo la sintomatologia sarà possibile riconoscere in tempi brevi il vero problema di fondo.

Una volta che avete individuato i sintomi non esitate a farli presenti al vostro medico, così da aiutarlo della diagnosi.

Modificare alcune abitudini per evitare il gonfiore addominare

stomaco-gonfio-e-duro

  • Evitare di bere bevande gasate.

  • Ridurre gli alimenti ricchi di fibre, perché aumentano la sensazione di gonfiore.

  • Attraverso l’aiuto di un nutrizionista bisogna delineare le fondamenta di una nutrizione sana ed equilibrata.

  • Le verdure devono essere consumate cotte.

  • La frutta sempre e solo lontana dai pasti.

  • Preferire la carne bianca a quella rossa, anche se non bisogna superare le 2-3 volte a settimana.

  • Si ai legumi e le uova, ma senza abbondare.

  • Evitare i dolcificanti, compresi quindi i dolci industriali, le caramelle, le bevande in genere.

Leggi anche: Cibi che fanno dimagrire: Una lista da non perdere!

Rimedi naturali per lo stomaco gonfio e duro

  • Un metodo per prevenire il gonfiore addominale è quello di consumare il peperoncino. Questo alimento infatti aiuta la digestione ed accelera il metabolismo, permettendo anche di eliminare in fretta sia i gas che le tossine. Consumandolo in estratti naturali come questo diventa anche un potente bruciacalorie.

  • Tisana all’anice. Largamente consumata da chi soffre di stomaco gonfio e duro perché riesce ad alleviare in modo importante i problemi collegati alla cattiva digestione. Andrebbe comunque consumata dopo i pasti molto abbondanti. Associata alle foglie di senna la tisana all’anice è un ottimo rimedio naturale per il gonfiore e anche per la stitichezza.

  • Il carbone vegetale attivo è l’ultimo rimedio naturale che vi congilio. Potete acquistarlo in erboristeria o su negozi online seri ed è disponibile in capsule o tavoletta. Prima di utilizzarlo parlatene comunque con  il vostro medico.

Lascia un commento