Smagliature: il peggior nemico delle donne

Le smagliature sono uno degli inestetismi cutanei più diffusi, odiati e tanto combattuti principalmente dalle donne, ma anche dagli uomini

Che cosa sono le smagliature e dove compaiono

Secondo la definizione medica le smagliature sono delle alterazioni atrofiche, lineari e delimitate dello strato dermico della cute. Il termine più adatto da usare è “striae distensae”, parola coniata nel 1773 da Roderer.  Si formano principalmente nella zona interna delle cosce, sulla parte esterna dei glutei, sui fianchi, nella regione dei seni e del ventre. Comunemente sono definite come striscioline che al tatto risultano infossate, di colore bianco, rosso o violaceo a secondo allo stato in cui si trovano, che si creano in seguito ai cambiamenti improvvisi del corpo come dimagrimento repentino o durante la gravidanza.

Hanno una localizzazione bilaterale, con orientamento specifico in base alla parte del corpo in cui compaiono. Per essere precisi seguono le linee di Langer, linee secondo cui sono disposte le fibre muscolari superficiali, tratti che di solito si seguono in caso d’incisione chirurgica, così da evitare retrazione cicatriziale.

Possono avere una lunghezza che varia da pochi centimetri fino a 15-20 cm. La larghezza di solito si aggira tra 2-3 mm e 1-2 cm.

smagliature pancia

Le smagliature compaiono nelle donne tra i 12 e i 16 anni, ma il picco massimo si raggiunge durante la gravidanza. Negli uomini invece l’incidenza maggiore si ha tra i 14 e i 20 anni. Differenza sostanziale tra uomo e donna è la localizzazione. Infatti, nell’uomo le smagliature compaiono nella regione lombo-sacrale, sull’addome, torace e glutei. Nelle donne le zone tipiche sono i glutei, interno ed esterno coscia, addome e seno.

Esistono delle smagliature chiamate iatrogene che compaiono solo lì dove si applicano farmaci corticosteroidei o dove si effettuano interventi estetici come la mastoplastica additiva.

Nella maggior parte dei casi le striae distensae sono solo un inestetismo cutaneo che causa però, negli adolescenti, problemi a livello psicologico.

Cause

Quest’inestetismo cutaneo è causato da un danno del tessuto connettivo dermico che insieme a fenomeni infiammatori si evolve portando alla formazione di cicatrici. È bene chiarire che si tratta nella maggior parte dei casi di un danno alla cute permanente. La pelle, sottoposta a sollecitazioni meccaniche di tipo distensivo, riduce la capacità di resistenza a causa di diversi fattori che possono essere:

  • Costituzionali
  • Ormonali
  • Meccanici

Fattori costituzionali

La predisposizione genetica è sicuramente un fattore da tenere in considerazione. Possiamo dire a tutti gli effetti che le smagliature possono essere un difetto ereditario che danneggia il tessuto connettivo.

smagliature gravidanza

Fattori ormonali

L’utilizzo di steroidi è un fattore determinante per la formazione delle smagliature. Gli steroidi annoverano tra gli effetti indesiderati l’atrofia del derma e dell’epidermide, con riduzione dell’attività dei fibroplati e conseguente modificazione della struttura delle fibre di collagene e della sostanza di cui è composto.

L’uso di cortisoni, anabolizzanti o steroidi per applicazione topica, velocizza l’insorgenza dell’inestetismo. L’entità del danno è direttamente proporzionale alla potenza dello steroide applicato, al numero delle applicazioni, alla modalità d’uso e alla sede di applicazione.

Fattori meccanici

Variazioni del tessuto adiposo influiscono negativamente sulla pelle. In caso di gravidanza, aumento di peso o dimagrimento, allattamento, utilizzo d’indumenti stretti, eccessiva attività fisica, denutrizione, anoressia o malattie debilitanti, il derma si atrofizza a causa di un aumento della secrezione steroidea.

Inoltre l’insorgenza delle smagliature è nettamente correlata con l’obesità. In tal caso non solo si presenta il fattore meccanico ma anche quello ormonale e costituzionale.

smagliature fianco uomo

Come si formano le smagliature?

Il derma è un tessuto connettivo costituito da un intreccio di fibre e cellule immerse nella sostanza fondamentale. Le fibre che compongono il reticolo sono due:

  • Fibre collagene formate da glicoproteine fibrose. Si dispongono in fasci le une accanto alle altre. Hanno la caratteristica di essere molto resistenti alla trazione;
  • Fibre elastiche formate da microfibrille d’elastina, anch’esse delle grlicoproteine fibrose. Sono quantitativamente minori e più sottili rispetto alle fibre collagene. Non sono distribuite in fasci ma s’intrecciano formando un reticolo, inoltre non sono particolarmente resistenti alle trazioni ma estremamente elastiche, tollerano torsioni e tensioni importanti.

La sostanza fondamentale o anche sostanza amorfa è formata da molecole di origine glucidica chiamate glicosaminoglicani.

Quando compaiono le smagliature, c’è una modificazione quantitativa e qualitativa delle fibre di collagene ed elastina. In pratica il derma perde compattezza, aumenta la sostanza fondamentale e diminuiscono le fibre che si sistemano alla rifusa e non più in ordine.

smagliature rosse pancia

Le smagliature non compaiono da un momento all’altro, ma seguono tre fasi:

  • Fase infiammatoria: è la prima fase del processo e varia da poche settimane fino a 24 mesi. In questa fase primaria le smagliature appaiono viola-rosse. Come sintomi possono presentarsi prurito o bruciore localizzato. Il colore rosso è dovuto al flusso di sangue richiamato dall’infiammazione;
  • Fase cicatriziale iniziale: il derma comincia ad atrofizzarsi e la smagliatura si assottiglia, diventa pieghettata assumendo la classica forma;
  • Fase cicatriziale definitiva: le strisce di pelle perdono il loro colorito rosso e diventano bianche. Al tatto la pelle appare irregolare, affossata e dai bordi arricciati.

Come prevenire le smagliature

Poiché non esiste una cura efficace per le smagliature, in particolare quando è giunta la fase cicatriziale definitiva, è possibile giocare d’anticipo nel campo della prevenzione. La prevenzione migliore è una dieta sana ed equilibrata, povera di grassi saturi e ricca di frutta, verdura, cereali integrali, yogurt e legumi. Il pesce azzurro, con i suoi omega 3 e omega 6 e l’olio extravergine d’oliva conferiscono tonicità alla pelle. La frutta da preferire è quella ricca di vitamina C, come i kiwi e gli agrumi, che possono prevenire l’ossidazione delle cellule.

Bisogna evitare non solo d’ingrassare, ma anche di dimagrire drasticamente. È assolutamente da evitare l’effetto fisarmonica.  Bere almeno due litri d’acqua il giorno garantisce alla pelle idratazione e quindi elasticità dei tessuti. Anche le creme idratanti possono fare la differenza.

smagliature bianche donna

L’attività fisica va praticata quotidianamente. Indossare abiti che permettano una buona circolazione consente il deflusso del sangue verso gli arti inferiori.

Dal punto di vista cosmetico, i trattamenti non mirano a eliminare l’inestetismo, ma solo ad attenuarne e a migliorarne l’aspetto. È bene però specificare che i trattamenti e o i prodotti cosmetici possono apportare un miglioramento solo in fase di formazione, in pratica quando le smagliature appaiono di colore violaceo-rosso. I risultati migliori sono quelli che si ottengono assistendo il trattamento con delle sane abitudini alimentari, allenamento e un abbigliamento adeguato.

La soluzione attualmente più utilizzata in cosmetologia è quella che punta alla stimolazione del derma, al fine di riattivare i fibroblasti così da riorganizzare le fibre in una struttura precisa. Gli ingredienti dei prodotti più utilizzati sono le vitamine, gli estratti e gli oli vegetali, in particolare la loro frazione insaponificabile.

Venditori consigliati

Camedy Shop

logo-Camedi-shop
Le smagliature sono uno degli inestetismi più temuti. Scopri il prodotto che può aiutarti. Vai al sito –

Lascia un commento