Sigarette elettroniche: tutta la verità sul fumo “non nocivo”

sigarette elettroniche

Il boom delle sigarette elettroniche sembra essersi sgonfiato, ma i clamori su un fenomeno esplosivo e, ora, in fase di diminuzione, non si sono ancora placati. Le sigarette elettroniche sono davvero efficaci?

Cosa sono

Le sigarette elettroniche sono degli strumenti che nascondono un atomizzatore alimentato a batteria, che vaporizza acqua, glicerolo, glicole propilenico: l’effetto la produzione di un fumo di densità simile a quello delle sigarette, cui viene aggiunta una dose variabile di nicotina.

A cosa servono

Lo scopo delle sigarette elttroniche è quello di simulare la classica “fumata” con la sigaretta tradizionale, conferendo all’utilizzatore l’illusione di fruire di tabacco, anzichè di sostanze atomizzate.

Funzionano?

Arriviamo dunque al tema fondamentale: le sigarette elettroniche funzionano? Gli studi in materia sono molto contrastanti. Alcuni ritengono che le sigarette elettroniche non siano più efficaci dei cerotti alla nicotina (che sarebbero anche più sicuri), altri dichiarano che le sigarette elettroniche sono controproducenti, altri ancora sostengono tuttavia che le sigarette elettroniche sarebbero realmente efficaci per smettere di fumare e, in particolare, una ricerca condotta tra il 2009 e il 2014 su un campione di oltre 6 mila fumatori avrebbe dimostrato che mediante l’aiuto delle sigarette elettroniche il rischio di tornare a fumare diminuirebbe del 60%.

Voi che ne pensate?

Lascia un commento