Sesso? Se ne fa di più nelle famiglie “tradizionali”

coppia1

Il sesso abbonda laddove i ruoli familiari sono ben definiti in via tradizionale. In altri termini, nelle famiglie in cui c’è una divisione dei ruoli consolidata (in cui l’uomo fa i lavori di casa, ad esempio, e la donna si occupa maggiormente della famiglia e dei figli), si fa anche più sesso. La “scoperta” è stata fatta dai ricercatori dell’Università di Washington, secondo cui, pertanto, il mantenimento di ruoli più tradizionali fuori delle lenzuola, garantirebbe una adeguata soddisfazione di quanto accade a letto.

La dottoressa Julie Brines, che ha coordinato l’indagine, evidenzia infatti come le coppie strutturate mediante una visione classifica sono anche quelle che hanno una media di rapporti sessuali ben superiore alle coppie più moderne.

In particolare, aggiunge la ricercatrice, le identità di genere di mariti e mogli sembra esprimersi attraverso le cose che si fanno in casa, e questo potrebbe altresì contribuire a strutturare il comportamento sessuale. Nella ricerca, sottolinea ancora la dottoressa, sono state coinvolte ben 4.500 coppie eterosessuali, con età media del marito pari a 45 anni ed età media della moglie pari a 44 anni.

Ebbene, nelle coppie più “moderne”, in cui la suddivisione dei ruoli non era così definita come in quelle tradizionali, la media dei rapporti sessuali era pari a 5 al mese. Nelle coppie più tradizionali, con una divisione più consolidata dei compiti domestici ed extra domestici, la media dei rapporti sessuali era più frequente di 1,6 volte rispetto a quanto accadeva nelle coppie più moderne.

La ricerca sembra pertanto suggerire che, per il benessere sessuale della coppia, spesso occorra compiere un rispettivo passo indietro e ritagliarsi un proprio ruolo secondo quanto stabilito dalla famiglia tradizionale. Certo è che a influenzare i risultati della ricerca possono esser stati anche altri fattori, come ad esempio quelli occupazionali della moglie, o le precarietà lavorative.

E voi che ne pensate? Siete favorevoli, a beneficio della serenità di coppia, che l’uomo si dedichi alle faccende più “pesanti”, e la donna sia invece relegata a un ruolo sostanzialmente domestico, di educazione dei figli e di cura della casa?

Lascia un commento