Scoperto il “nascondiglio” dell’HIV

hiv

Secondo quanto sta emergendo nelle ultime ore, i ricercatori della John Holpkins University avrebbero trovato il “nascondiglio” nel quale si celerebbe l’HIV dormiente. Un nascondiglio che si trova nelle cellule sane del nostro corpo, in grado di custodire il temibile virus anche per anni, in attesa silenziosa, fino a quando l’HIV non decide di manifestarsi in tutta la sua incisività.

Ebbene, gli analisti dell’Università americana hanno finalmente scoperto che l’HIV si rifugia nelle cellule T del nostro sistema immunitario. Sebbene la scoperta sia di straordinaria importanza, gli analisti non hanno ancora messo a punto un sistema per sconfiggere definitivamente il virus.

Paradossalmente, infatti, è proprio la presenza latente del virus a creare le maggiori complicazioni, visto e considerato che tale “silenziosità” rende pressochè impossibile l’azione del farmaco sulle stesse cellule. Una sfida difficile, che i ricercatori di tutto il mondo hanno tuttavia colto al balzo, cercando di chiudere una pagina drammatica della recente storia dell’uomo.

Lascia un commento