Sangue occulto nelle feci, cosa significa e quando preoccuparsi

sangue-occulto-0

Il sangue occulto nelle feci è quella condizione nella quale gli escrementi presentano tracce di sangue piuttosto esigue: talmente ridotte da non essere visibili a occhio nudo, ma possono comunque essere apprezzati attraverso specifiche analisi di laboratorio.

Leggi anche: Cirrosi epatica, cosa è e come riconoscerla

Come intuibile, la ricerca di sangue occulto nelle feci rappresenta un importante test di screening per il tumore del colon retto, consigliabile con cadenza annuale, soprattutto dopo i 50 anni di età. Tuttavia, attenzione a non allarmarsi: così come avviene con le altre metodiche di screening, infatti, è bene sottolineare come la ricerca di sangue occulto nelle feci non abbia significato diagnostico (pertanto, anche in caso di esito positivo non è affatto scontato che siate riconducibili a una patologia tumorale!), ma può comunque indicare le persone a rischio per tale patologia.

sangue-occulto-2

Dunque, se gli esami del sangue occulto nelle feci danno esito positivo, sarà sufficiente non spaventarsi ma – di contro – cercare di sottoporsi tempestivamente a ulteriori accertamenti diagnostici come la colonscopia. Non bisogna infatti dimenticare che le condizioni che rendono positiva la ricerca di sangue occulto nelle feci non sono necessariamente estreme, ma possono essere relative anche a emorroidi, ragadi anali, oppure dieta non adeguata nei giorni che precedono alcune tipologie di test.

Insomma, non è il caso di allarmarsi eccessivamente, ma è comunque opportuno compiere ulteriore accertamenti per poter escludere delle cause, e includerne altre. Ricordate inoltre che è possibile effettuare un test anche a casa, attraverso un self test domestico per la ricerca di sangue occulto nelle feci, di facilissima fruizione. Domandate al medico maggiori informazioni in proposito, qualora interessati.

sangue-occulto-1

Se invece preferite che l’esame venga fatto in laboratorio, ricordatevi che il campione di feci dovrà comunque essere ottenuto da casa. Dunque, utilizzate l’apposito recipiente sterile munito di cucchiaino interno, emettete le feci in un recipiente che non le mescoli con altre sostanze (urine o acqua del wc), raccogliete una dose di campione con l’apposita spatolina in tre punti diversi delle feci, fino a riempire circa metà del recipiente, scrivete il nome sull’etichetta, portate il contenitore in laboratorio nell’arco di qualche ore.

Leggi anche: Sangue artificiale, le ultime ricerche italo americane

Per le donne, è consigliabile evitare di eseguire il test di ricerca del sangue occulto nelle feci durante il periodo delle mestruazioni. Più in generale, sarebbe opportuno evitare tale tipo di test in presenza di emorroidi o quando si perde del sangue con le urine.

Per maggiori informazioni, domandare al proprio medico di fiducia.

Lascia un commento