Rischio ictus ridotto con un bicchiere di vino rosso al giorno

vino rosso

Un recente studio condotto da un team di ricercatori del Brigham and Women Hospital di Boston ha rilevato che le donne che consumano con regolarità quantità minime di vino abbasserebbero in maniera significativa le probabilità di ictus.

Lo studio è stato condotto su un ampio campione per complessivi 30 anni, ed ha fornito dei risultati particolarmente soddisfacenti: sebbene sia noto che il consumo di alcol in grandi quantità possa essere dannoso per la salute, gli analisti hanno altresì affermato che le donne che hanno bevuto un bicchiere di vino o di birra ogni giorno hanno potuto abbassare di due punti percentuali la probabilità di verificare l’insorgenza di ictus.

Calcolando i fattori normali di rischio per tale tipologia di problema, pertanto, i ricercatori americani hanno aggiunto che assumere una quantità modesta giornaliera di bevande alcoliche come il vino, può contribuire a diminuire il rischio di ictus anche del 20%.

In altri termini, la ricerca sostiene le impressioni di coloro che risentono che bere un bicchiere di vino ai pasti contribuisca a migliorare lo stato di salute: val pertanto la pena riconsiderare le proprie diete inserendo qualche lieve quantità di alcolici come il vino e la birra, magari al posto di superalcolici e di bibite gassate, che invece provocano maggiori pregiudizi al nostro organismo.

Contemporaneamente, altre ricerche stanno cercando di diminuire l’enfasi che qualche dietologo fornisce al consumo di vino durante programmi di dimagrimento. In altri termini, alcune analisi compiute sempre negli Stati Uniti avrebbero affermato come la differenza di incremento di peso tra gli astemi e i bevitori moderati sia minima. In altre parole ancora, bere un bicchiere di vino o di birra ogni tanto non farebbe ingrassare. Attenzione, tuttavia, a non esagerare: ogni grammo di alcol equivale infatti a 7 calorie, e abbondare potrebbe essere seriamente controproducente per il nostro fisico.

Lascia un commento