Proteggersi dal sole con carote e pomodori

carote

Secondo quanto sostenuto dalla recente ricerca compiuta da Howard Maibach, della University of California di San Francisco, i cui risultati sono stati pubblicati su Cosmetic & Toiletries Science, mangiare carote serve a difendere la pelle dai raggi solari.

A fungere da “protettore” contro eritemi e irritazioni sarebbero quindi centrifugati, succhi, integratori e creme dermatologiche che contengono derivati e principi attivi di carote e pomodori, come betacarotene e licopene, ben efficaci nel prevenire scottature & co.

Sono state confrontate le capacità foto protettive dei composti naturali con quelli di sintesi, assunti oralmente o applicati sulla pelle. Succhi e passate di pomodoro e carote contribuiscono al calo dell’arrossamento della pelle da foto-esposizione fino al 45 %, mentre l’assunzione dei composti tramite integratori contribuisce alla diminuzione dei danni a livello cellulare” – afferma la ricercatrice – “anche l’applicazione sulla pelle di creme contenenti antiossidanti, come vitamina E,C e dal tè verde o licopene e beta carotene dimostra di avere effetti benefici, soprattutto se usate insieme agli integratori”.

La ricerca dimostra quindi come l’assunzione equilibrata di tali alimenti potrebbe permettere di arrivare all’estate con una migliore protezione “interna” contro i principali effetti negativi di una eccessiva esposizione al sole.

Lascia un commento