Placche in gola: dalle cause ai rimedi naturali

placche-1

Le placche alla gola sono uno dei tipici sintomi di comparsa della tonsillite (sebbene non siano sempre legati a tale contemporaneo fenomeno). Ma da cosa possono dipendere? In che modo è possibile identificare correttamente le cause e approcciare così a un rimedio naturale?

Leggi anche: Come curare il mal di gola con 10 rimedi naturali

Iniziamo con il ricordare che generalmente le placche in gola possono essere facilmente diagnosticate poichè ben visibili. La loro comparsa è inoltre accompagnata da sintomi particolarmente ricorrenti come, ad esempio, tonsille arrossate e gonfie, difficoltà a deglutire, mal di gola e, in alcuni casi, anche mal di testa, dolore e gonfiore dei linfonodi del collo, brividi e febbre (sebbene non sempre tali ultimi pregiudizi si verifichino con regolarità).

Cause delle placche in gola

placche-2

Numerose sono le cause delle placche in gola. La stragrande maggioranza delle ipotesi è tuttavia ben riconducibile alla tonsillite, alla febbre e a malattie respiratorie e di raffreddamento che sono tipiche dei virus che circolano con maggiore facilità nel corso dei mesi invernali. Le placche in gola possono dunque essere un sintomo dell’infiammazione delle tonsille o dell’infiammazione della faringe.

Leggi anche: Stodal sciroppo per la tosse, le dosi consigliate

Come rimediare alle placche in gola in modo naturale

placche-3

Fortunatamente, numerosi sono i rimedi naturali che possono essere facilmente applicati per poter porre cessazione al fastidio delle placche in gola. Sebbene molti medici consiglino l’utilizzo di antibiotici o farmaci per il mal di gola, in altrettanti casi non è necessario procedere all’assunzione di tale terapie, bensì rimedi del tutto naturali, che di seguito cerchiamo di riassumere nei termini principali.

Gargarismi

Un primo metodo naturale consiste nell’effettuare gargarismi con elementi naturali. Un toccasana è rappresentato dalla possibilità di effettuare dei gargarismi con dell’acqua nella quale avrete fatto sciogliere un pizzico di sale. Ripeteteli più volte al giorno, per trovare immediato sollievo.

In alternativa ai gargarismi con acqua e sale, potete provare a effettuare dei comodi gargarismi con mezzo bicchiere di acqua tiepida, dove inserire un cucchiaino di aceto di mele o di succo di limone. L’effetto dovrebbe essere utile per poter alleviare il dolore e l’irritazione.

Leggi anche: Avete l’influenza? Ecco perché potrebbe NON esser vero

Infusi

placche-4

In aggiunta o in alternativa ai gargarismi, che molte persone non riescono ad utilizzare correttamente, è bene ricordare che è possibile cercare di apportare sollievo alla gola attraverso infusi o decotti. In questo caso, vi consigliamo di andare in erboristeria e recuperare un pò della salvia o del timo essiccati, che potranno essere comodamente utilizzati per la preparazione delle proprie tisane. L’erborista di fiducia vi sarà indicare naturalmente le modalità di preparazione e di assunzione a seconda del vostro stato di salute.

Propoli e miele

Il propoli e il miele sono degli elementi molto importanti per il benessere della gola. Se volete ottenere il massimo per contrastare le placche, sarà sufficiente acquistare uno spray al propoli, e assumere un cucchiaino di miele (magari con l’aggiunta di qualche goccia di succo di limone). Di contro, cercate di evitare sempre l’assunzione di cibi o di bevande che possono irritare la gola, e gli alimenti piccanti in genere.

placche-5

Zenzero

Lo zenzero è un antidolorifico naturale che può assumere ottimi valori aggiunti in termini antinfiammatori e antibatterici. Molte persone consigliano di assumere un pezzetto di zenzero fresco, della grandezza di una caramella, non appena si avvertono i primi pizzicorii alla gola. In questo modo sarà possibile cercare di spegnere il fastidioso mal di gola già sul nascere, contrastando dunque la potenziale emersione delle placche. Nel caso invece in cui le placche siano già presenti nella vostra gola, lo zenzero aiuterà comunque a ridurre una parte dei dolori.

Caramelle alle erbe

Le caramelle alle erbe possono rappresentare significativi valori aggiunti per disinfettare il cavo orale. Non solo: tenere in bocca una caramella (meglio alle erbe, balsamica e apposita per il mal di gola) può infatti contribuire positivamente a incrementare la salivazione, riducendo la sensazione di secchezza alla gola che, generalmente, acuisce il dolore al cavo orale.

Detto quanto precede, ricordate che, per quanto ovvio, il miglior modo per poter contrastare il mal di gola e la tonsillite è quello di rivolgervi al vostro medico di fiducia per poter iniziare la terapia più apposita. Se tuttavia il problema non è particolarmente grave, con i rimedi naturali di cui sopra riuscirete certamente a ottenere la dovuta soddisfazione.

Lascia un commento