Pillole per dimagrire velocemente: scopo e controindicazioni!

pillole per dimagrire

Una promessa che alcune volte viene mantenuta, ma solo per il periodo nel quale assumi le pillole per dimagrire (o dimagranti). Quando interrompi il trattamento, il 90% delle volte, riprenderai il peso perso con gli interessi.

Prima di entrare nel vivo del discorso è bene fare una distinzione. Esistono le pillole per dimagrire date solo sotto prescrizione medica e quelle che invece, possiamo trovare praticamente ovunque. Dal super market sotto casa fino ad arrivare alla farmacia. Uno dei mezzi di diffusione maggiore rimane comunque internet.

Altra cosa da dire è che le pillole per dimagrire, in Italia, sono illegali. Purtroppo però il settore degli integratori alimentari è poco controllato e spesso, è proprio sotto questa forma che le “pillole magiche” vengono diffuse.

Leggi anche: Aminoacidi per dimagrire: tutto quello che dovete sapere

Lo scopo delle pillole per dimagrire

pillole-dimagranti

Lo scopo delle pillole per dimagrire è, come ben si può immaginare, quello di far perdere il massimo del peso con il minimo sacrificio. Come sai però, per raggiungere un obbiettivo in fretta, devi correre molti rischi. Di questo però parleremo tra poco, nel prossimo paragrafo.

Adesso vediamo quali sono i principali meccanismi dei dimagranti.

Accelerare il metabolismo. Lo scopo è quello di aumentare la temperatura del corpo e regolarizzare il metabolismo di soggetti che soffrono di obesità, specialmente quelli che hanno una disfunzione della tiroide.

Bruciare i grassi. Alcune sostanze dovrebbero intervenire sul metabolismo dei lipidi, controllando così la tendenza di accumulare i grassi e di bruciare quelli in eccesso.

Ridurre il senso di fame. Questo effetto viene dato da alcune particolari piccole. Possiamo ricordare la Slim Bool, molto in voga in America. Questa pillola per dimagrire crea un palloncino nello stomaco, le cui dimensioni sono simili a quelle di una pallina da tennis. Tutto questo serve a creare un finto senso di sazietà.

Eliminazione dei liquidi. Perdendo i liquidi, il peso cala. Ma questi verranno presto assimilatati non appena viene interrotta l’assunzione delle pillole dimagranti.

Effetti lassativi. Lo scopo è quello di perdere peso eliminando liquidi e scorie. L’effetto è simile a quello precedente, cioè il peso aumenta non appena viene interrotta l’assunzione delle pillole.

Leggi anche: Cibi che fanno dimagrire: Una lista da non perdere!

Controindicazioni delle pillole dimagranti

pillole-dimagranti-controindicazioni

Dopo aver visto quali sono i meccanismi che permettono alle pillole dimagranti di farti perdere peso, vediamo quali sono le controindicazioni e i motivi per cui la medicina le reputa dei veri e propri flop.

Una buona parte delle pillole presenti in commercio non hanno effetti collaterali per un semplice motivo. Non funzionano. Esistono invece altri dimagranti che funzionano, ma gli effetti collaterali spesso portano gravissime conseguenze sulla salute delle persone. Il gioco non vale la candela. Inoltre, una volta terminata l’assunzione di queste pillole, i chili vengono ripresi e si innesca un meccanismo che porta le persone a riprendere l’assunzione per tempi troppo lunghi, aumentando i rischi.

Tra gli effetti indesiderati delle pillole dimagranti abbiamo:

  1. Assuefazioni.
  2. Disturbi intestinali di lieve o grave natura.
  3. Rigonfiamento addominale
  4. Sonnolenza
  5. Vertigini
  6. Calo di pressione
  7. Perdita dei sali minerali
  8. Danni muscolari
  9. Cefalea
  10. Tachicardia
  11. Ripresa dei chili persi non appena il trattamento viene interrotto.

Purtroppo gli effetti collaterali non si limitano a quelli sopra menzionati. Sono stati tanti i casi nel mondo di persone morte a causa di un cocktail di queste pillole dimagranti, alcune delle quali contenevano anche metanfetamine.

I rischi delle pillole per dimagrire sono alti ed è per questo motivo che devi sempre ricordare una cosa.

Il dimagrimento facile non esiste. I medici ci ricordano in continuazione che l’unico modo per perdere peso in modo naturale, sano ed equilibrato è quello di seguire una corretta dieta e fare la giusta attività fisica. È importante non stressare eccessivamente il corpo e non indurlo ad accelerare i processi di dimagrimento.

Leggi anche: Dieta Dukan, cos’è e come funziona

Le pillole per dimagrire sono state bandite in Italia ma la loro diffusione continua, soprattutto alle continue pubblicità che ci propongono l’ultimo dimagrante scoperto come l’unico capace di far perdere peso senza rischi. Queste strategie di marketing portano solo confusione, minando all’incolumità delle persone e giocando sul fattore psicologico del voler perdere peso senza sacrifici.

E’ possibile però assumere degli integratori alimentari naturali per dimagrire, come il mango africano o Irvingia Gabonensis, il quale non ha effetti collaterali. 

Pillole naturali: una valida alternativa alle pillole per dimagrire

silvesterGli integratori naturali o pillole naturali sono una valida alternativa alle pillole dimagranti. I farmaci utilizzati come coadiuvanti nelle diete possono creare effetti collaterali e delle controindicazioni. Il vantaggio nell’uso degli integratori di origine naturale sta nella mancanza di effetti collaterali, i quali possono essere bassissimi, o per alcuni prodotti addirittura inesistenti.

Sono un esempio chiaro le pillole naturali Silvetes. Si tratta di compresse dietetiche, composte da principi attivi potenti del tutto naturali come bacche di acai, guaranà, the verde, pepe di Cayenna e bitartarato di L-carnitina. La combinazione dei diversi ingredienti alle giuste proporzioni e concentrazioni, ha creato una formula perfetta per dimagrire a aiutare l’organismo a combattere l’accumulo di grasso in accesso. Tra le diverse funzioni abbiamo la diminuzione del senso di fame, accelerazione del metabolismo e un aumento d’energia. africanmango

In tema pillole dimagranti naturali, ottimo come coadiuvante per la perdita di peso è l’integratore African Mango.  È un prodotto a base di semi del mango africano, conosciuto anche con il nome di Irvingia Gabonensis. È un frutto decisamente ideale per la perdita di peso. Non solo brucia i grassi, ma aiuta nell’eliminazione delle tossine nocive presenti nel corpo, diminuisce l’appetito e controlla i livelli di colesterolo. In fine è ricco di fibre ideale per facilitare la digestione.

 

Pillole per dimagrire velocemente: quali sono e come funzionano?

In commercio esistono numerose pillole per dimagrire, particolari farmaci da impiegarsi (con cautela e sotto indicazione medica) nel trattamento dell’obesità e del sovrappeso. Il loro meccanismo d’azione prevede sostanzialmente un incremento del metabolismo attraverso un aumento dell’attività tiroidea e della temperatura media corporea, con riduzione del senso di fame (e pertanto incremento del senso di sazietà) o riduzione dell’assorbimento dei grassi. Ma come funzionano nel dettaglio? E in che modo possono consentire un rapido dimagrimento?

Leggi anche: Dieta del supermetabolismo, come perdere 10 kg in un mese

Cosa sono le pillole per dimagrire

Le pillole per dimagrire sono dei farmaci terapeutici contro l’obesità e il sovrappeso. In ogni caso, essendo il mondo delle pillole per dimagrire eccezionalmente vasto e diversificato, è possibile distinguere al suo interno due macrocategorie fondamentali:

  • pillole da banco: sono farmaci che è possibile acquistare senza nessun tipo di prescrizione medica, e che costituiscono prodotti con effetti antifame e lassativi;
  • pillole su prescrizione medica: sono farmaci che devono essere venduti necessariamente sotto prescrizione medica. Fanno parte di questa categoria le amfetamine e i derivati, oltre a quelli di nuovissima generazione. Rispetto alle pillole da banco possono garantire dei migliori risultati sul breve termine, ma – altresì – degli effetti collaterali che possono essere ben in grado di controbilanciare gli effetti positivi sopra ricordati.

Come agiscono le pillole per dimagrire

pillole dimagrire

Sancito quanto precede, cerchiamo di capire in che modo funzionino le pillole per dimagrire. A seconda del farmaco acquistato, le azioni sul nostro organismo potrebbero essere ben differenti.

Leggi anche: Pillole per dimagrire, scopo e controindicazioni

Tra le principali ricordiamo:

  • Metabolismo: le pillole per dimagrire agiscono sul metabolismo alzando la temperatura corporea o intervenendo a livello della tiroide, potenziandone l’attività in maniera tale che produca maggiori quantitativi di ormoni. Tutto ciò porta all’incremento del metabolismo e – di conseguenza – a un maggior dispendio di calorie e a una perdita di peso.
  • Grassi e zuccheri: le pillole per dimagrire possono agire favorendo la riduzione dell’assorbimento di grassi e zuccheri, aumentandone l’utilizzo da parte dell’organismo attraverso sostanze specifiche (come le erbe), che a livello gastrico – intestinale allontanano le sostanze nocive dal circolo digestivo.
  • Sazietà: i farmaci che vengono assimilati per dimagrire possono ridurre il senso di fame e incrementare quello di sazietà, facendo in modo che possa essere limitato l’apporto di cibo e l’introito di calorie. La riduzione del senso di fame avviene generalmente attraverso l’azione sul sistema nervoso, o mediante l’azione di fibre che – rigonfiandosi all’interno dello stomaco – forniscono la sensazione di sazietà.
  • Liquidi: le pillole utilizzate per dimagrire possono aumentare l’eliminazione dei liquidi in eccesso. I lassativi sono tra i farmaci “preferiti” in questa categoria, aumentando il transito intestinale e facendo in modo che il cibo permanga il meno possibile a livello dell’intestino.

pillole dimagrire

Ad ogni modo, trattandosi di farmaci (sia da banco che dietro prescrizione medica), ed essendo l’apporto nutritivo un tema fondamentale per il benessere umano, il nostro consiglio è quello di evitare qualsiasi percorso di dimagrimento fai-da-te e, di contro, procedere alla condivisione di qualsiasi desiderio o “obiettivo” di wellness con il vostro medico o con il dietologo di fiducia.

Lascia un commento