Parto in acqua: dagli Usa segnali di rischi per i bebè

parto acqua

Il parto in acqua fa bene o male al bimbo nascituro? Contrariamente a quanto si possa ipotizzare sul c.d. “parto dolce”, dagli Stati Uniti arriva un allarme parzialmente in atteso sul parto in acqua, prescelto ogni anno da tantissime donne.

Uno studio condotto in territorio statunitense sui pazienti inglesi ha infatti evidenziato come il 12% dei nati in questo modo ha poi dovuto ricorrere alle cure mediche, mentre le mamme sono andate incontro a infezioni dovute dalle condizioni non propriamente idilliache dell’acqua nella quale è avvenuto il parto, o della vasca non perfettamente sterilizzata.

Sebbene pertanto il parto in acqua faciliti i movimenti e diminuisca il dolore – evitando o limitando l’assunzione di medicine che potrebbero rallentare il travaglio o danneggiare il bimbo – non tutto sembra essere oro quel che luccica con tale procedura…

Lascia un commento