Olio di pesce contro il dolore cronico

Olio di pesce

Per l’esattezza, il personale del Servizio di Ortopedia e Fisiatria, guidati dal dottor Alain Rocco, si sono prestati in modo del tutto gratuito per delle consulenze ai  cittadini che avevano deciso di partecipare all’evento, offrendo loro un esame Moc e una diagnosi medica accurata.

«L’osteoporosi è una malattia dello scheletro che provoca una riduzione di calcio e di altri minerali nelle ossa» ha dichiarato l’equipe «Agire sui fattori che influenzano la salute dell’osso a tutte le età è essenziale per prevenire questo problema e le possibili fratture conseguenti».

Anche per quanto riguarda l’artrosi il discorso non è molto diverso, si tratta di una patologia molto  diffusa tra gli over 65. Di fatti, la stessa condizione, viene provocata dal continuo  assottigliarsi della cartilagine che ricopre le ossa, a cui segue un indurimento graduale dell’articolazione, tanto da approdare alla paralisi totale.

Le due condizioni sono unite dalla presenza di dolore di tipo cronico, che può parzialmente diminuire anche mediante l’uso di olio di pesce: ciò è quello che sostengono gli specialisti della  scienza nutrizionale.

«Basandomi sui risultati dei miei esperimenti con alti dosaggi di olio di pesce concentrato e distillato, su pazienti sofferenti di dolori di gravi entità (quali quelli provocati da fibromialgia e gotta)» illustra il dottor Barry Sears, ricercatore del MIT e ideatore della dieta Zona «sono convinto che l’assunzione di omega-3, soprattutto se abbinata ad un miglior controllo dell’insulina, può svolgere un ruolo significativo nella cura dei dolori cronici, compresi quelli provocati da artrosi, artrite ecc.».

Il consenso di opinione e di studi inerenti al fatto che gli oli di pesce aiutino a calmare il processo infiammatorio è unanime tra i ricercatori, soprattutto se l’olio di pesce viene assunto con i FANS (farmaci anti-infiammatori non-steroidei). Apparentemente, essi possono ridurre la proteina C-reattiva che rivela l’infiammazione nel sangue. L’Omega-3 può anche aiutare a contrastare il morbo di Crohn, la colite ulcerosa, il colesterolo alto e le malattie cardiache.

Lascia un commento