Misuratore di pressione, come usarlo correttamente

misuratore-1

In commercio esistono decine di diversi misuratori della pressione che permettono di poter monitorare costantemente i valori della pressione arteriosa. Apparecchi che – considerato il basso costo e la buona affidabilità – sarebbe buona abitudine acquistare e utilizzare periodicamente, considerando che una parte prevalente delle persone con problemi di ipertensione se ne accorge solo dopo anni, quando magari la situazione di ipertensione ha già prodotto qualche danno.

Se trascurata, infatti, l’ipertensione può condurre a spiacevoli conseguenze di ingente natura come, ad esempio, infarti o ictus. L’unico modo per scoprire se si soffre di ipertensione è semplicemente quella del controllo periodico, andando ad annotare le varie misurazioni effettuate durante la giornata e durante le giornate, e condividere con il proprio medico eventuali anomalie.

Leggi anche: Pressione alta, lo zucchero fa più male del sale

misuratore-2

Come funzionano i misuratori di pressione

I misuratori di pressione attualmente in commercio hanno un meccanismo piuttosto similare. Una parte fondamentale del misuratore sarà rappresentato da uno sfigmomanometro costituito da un manico in gomma da avvolgersi intorno alla parte superiore del braccio, e da collegarsi al dispositivo che rileva la pressione (ed eventualmente, dai medici, al fonendoscopio, il dispositivo che consente l’auscultazione).

In aggiunta a quanto sopra, esiste un rilevatore dove è possibile leggere i valori della pressione (un tempo una colonnina di mercurio, oggi un display digitale). Il misuratore della pressione gonfia il manico fino a quando il sangue non riesce più a passare nei vasi sanguigni e non si avverte alcuna pulsazione. Solamente a questo punto si procede ad allentare gradualmente la pompetta, lasciando rifluire l’aria nel dispositivo. Il misuratore rileverà sia la pressione massima che quella minima: la differenza tra le due viene chiamata, appunto, differenziale.

misuratore-3

10 regole per non sbagliare

Stabilito quanto precede, ecco a voi un breve catalogo per poter giungere alla corretta misurazione della pressione:

  1. Urinare almeno nei 30 minuti che precedono la misurazione
  2. Non procedere alla misurazione dopo pranzo o dopo cena, o dopo uno sforzo fisico
  3. Far passare almeno un’ora dall’assunzione di altro cibo o tè, caffè o bevande eccitanti ed energizzanti
  4. Stare rilassati e seduti per almeno 5 minuti, in un ambiente confortevole e silenzioso, avendo indosso vestiti comodi che non stringano
  5. Controllare la pressione sempre sullo stesso braccio, sempre alla stessa ora
  6. Sedersi e appoggiare il braccio su un piano, senza parlare e mantenendo la giusta tranquillità
  7. Utilizzare dei manici proporzionati alla misura del braccio del soggetto da monitorare (nel caso di soggetto con braccia molto robuste, individuare un manico più largo; di contro, nel caso di un soggetto molto magro, individuare un manico più stretto)
  8. In caso di problemi di pressione arteriosa, segnate su un diario i valori rilevati durante le misurazioni, attendendo almeno 2 minuti da una rilevazione e l’altra
  9. Non stringere troppo il manico durante la misurazione, poiché avrete valori parzialmente inefficaci e, soprattutto, rovinerete il macchinario
  10. Ripetete più volte il controllo, perché per molte persone il momento del monitoraggio della pressione arteriosa rappresenta un momento di particolare tensione, con conseguente misurazione inefficace.

Prodotti consigliati

E’ possibile acquistare in modo sicuro online questi misuratori di pressione.

Quelli che consigliamo sono i seguenti:

Analogico

misuratore analogico
Su Amazon da 10 euro – Vai al sito

Digitale (consigliato)

misuratore di pressione digitale
Su Amazon da 20 euro – Vai al sito

 

 

Lascia un commento