Menta: usi e proprietà benefiche

Tra le spezie più note e utilizzate si annovera la menta.
Una spezia ricavata dalla pianta Mentha spiecies della famiglia delle Labiate, è una pianta aromatica nota per la sua azione digestiva, antisettica e rinfrescante.

La menta è stata utilizzata fin dalle antichità, dagli egizi ai romani, che la adoperavano principalmente in cucina. Esiste persino una leggenda che vede come protagonista la pianta della menta. Si narra infatti che le foglie di questa pianta, servirono a dissetare Gesù durante la sua fuga in Egitto e per questo fu benedetta. Secondo invece le leggende greche, la pianta menta non sarebbe altro che la ninfa Mentha, trasformata in pianta da Persefone che era gelosa di lei.

Leggenda o meno, la menta da sempre è stata utilizzata per vari scopi: in cucina come spezia, come aroma per le bevande e anche come insetticida e profumatore ambientale.

La pianta della menta

Diffusasi in Europa sin dai tempi antichi, arrivò in Italia soltanto nel 1903 grazie all’attività di distilleria di Honore Carles. La menta è una pianta erbacea aromatica che si sviluppa in cespugli che possono raggiungere anche i 50 cm di altezza. I rami sono stretti e il colore è di un verde acceso. Le foglie sono ricoperte da una leggera peluria e il profumo sprigionato è intenso e balsamico. Quando sbocciano, i fiori sono di colore rosa o violaceo.

Esistono varie specie di menta, almeno 600, quelle più conosciute e utilizzate sono:

  • la menta spicata
  • la menta piperita
  • la mentuccia

La menta si può utilizzare sia fresca sia secca. Basterà coglierla, disporla in mazzi e lasciarla a seccare per ricavarne, ad esempio, delle tisane.

Proprietà della menta

menta

La menta, oltre ad essere utilizzare per insaporire piatti in cucina e bevande, possiede molte proprietà benefiche. Oltre alla presenza del mentolo, la menta contiene del potassio, calcio, magnesio, fosforo e ferro, acqua, fibre, proteine e rame, manganese, sodio, vitamine A, B, C, e D, polifenoli e aminoacidi, tra cui arginino, acido spartico, acido luttamico, alanina, leucina, glicina, prolina, serina e valina.

Questa pianta può essere quindi utilizzate per le sue proprietà benefiche e come rimedio naturale contro la gastrite. Una buona tisana alla menta aiuterà la digestione sia a diminuire gli spasmi dolorosi dovuti a una infiammazione gastrica.

Tra gli altri benefici, la menta è utile:

  • per combattere il mal d’auto
  • peri suoi effetti diuretici
  • per contrastare l’alito cattivo
  • contro il mal di testa
  • per la sua azione balsamica in caso di raffreddore

Dalla pianta della menta è possibile ottenere l’olio essenziale che può essere utilizzato per massaggi energizzanti, per rinfrescare la pelle, per il cattivo odore dei piedi e per dei bagni tonificanti.
Se diluito in acqua sembra sia anche un repellente per gli insetti e un toccasana contro la tosse persistente.

L’olio essenziale di menta, è noto anche per le sue proprietà digestive, antistress e antibatteriche. Perfetta per combattere l’alitosi, la nausea e la colite.

Usi della menta

Uso delle foglie di menta

Le foglie della menta, oltre ad essere utilizzate per ricavarne un olio essenziale dalle ottime proprietà benefiche, si possono strofinare sulla pelle per lenire la pelle dopo punture di zanzare e di insetti. Applicate le foglie fresche sulla puntura e fermatela con un cerotto. Quando l’effetto rinfrescante sarà svanito, cambiatela.
Inoltre, per chi soffre di problemi del cuoio capelluto come forfora o chi ha i capelli grassi, si può ricorrere a risciacqui a base di menta.

Si può utilizzare la menta anche per lavaggi contro l’acne e per ridurre il problema della pelle grassa, oltre che come detergente intimo. 

Se volete preparare una tisana alla menta è sufficiente portare ad ebollizione dell’acqua con una manciata di foglie fresche o secche. Una volta che l’acqua ha raggiunto i 100°, lasciatela riposare per qualche minuto, filtrate e bevete.

Uso dell’olio essenziale alla menta

menta

Se vi piace l’odore della menta, potete utilizzare l’olio essenziale con un diffusore di aromi ambientali, per cospargere la vostra casa di un profumo fresco e balsamico.

L’essenza delle foglie di menta, viene spesso utilizzata nelle caramelle, nei chewing gum, negli sciroppi e nel dentifricio.

Uso in cucina

La menta è utilizzatissima all’interno di ricette e per profumare piatti dolci e salati. Se siete invece degli amanti dei cocktail, molte bevande alcoliche hanno come ingrediente principale proprio la menta e le sue foglie. Famoso è il Mojito, cocktail a base di menta, zucchero di canna, lime, rum e acqua tonica. Inventato a L’Avana, era la bevanda preferita di Hernest Hemingway.

Controindicazioni

Bisogna avere alcuni accorgimenti nell’assunzione della menta. Ad esempio è preferibile non consumarla di sera poiché potrebbe provocare disturbi del sonno. Non è consigliata a chi sta già seguendo cure omeopatiche o a chi soffre di reflusso gastroesofageo, di ulcera e di patologie al fegato e ai reni. Un uso eccessivo di menta può provocare effetti collaterali sul sistema nervoso.

Se si decide di cogliere personalmente la mente, bisogna fare attenzione a quale tipologia si è colto. Esiste infatti una specie di menta, la mentha pulegium, che contiene sostanze nocive per l’essere umano.

L’assunzione di menta durante la gravidanza è da concordare con il proprio medico.

Olio essenziale alla menta

Se amate il profumo pungente e rinfrescante della menta, optate per un massaggio rilassante e tonificante con l’olio essenziale alla menta. Utile anche per numerosi altri scopi, l’olio essenziale alla menta è anche un ottimo antistress grazie al suo effetto rinfrescante e rigenerante. Se ingerito aiuta la digestione e a lenire i disturbi dell’apparato digerente.
È antibatterico e ha una azione antisettica e antipiretica in caso di raffreddore, influenza o febbre.
Aiuta a calmarsi e a diminuire il senso di nausea e vomito soprattutto durante lunghi viaggi per contrastare il mal d’auto.

HE34_Olio_essenziale_Menta_piperita_bioL’olio essenziale alla menta piperita bio, è un rimedio efficace contro la nausea e il mal di testa. L’olio essenziale di menta piperita vanta proprietà toniche e stimolanti, antinfettive, anestetiche e antiamarilliche (contro la febbre gialla). È noto, in particolare, per la sua efficacia contro il raffreddore: cura le infiammazioni delle vie aeree, allevia la tosse e disinfetta le mucose orali.

L’olio essenziale di menta piperita è consigliata anche per trattare la sciatica, la cefalea e il prurito (orticaria, eczema). È efficace in caso di dolori muscolari e nevralgici, e di dolori reumatici.

Lascia un commento