Maltodestrine, energia pura per chi pratica sport

 

Le maltodestrine sono un elemento particolarmente caro agli sportivi di tutte le età. Ma cosa sono? In che modo poter illustrare correttamente tutte le loro proprietà? Cerchiamo di indicare in maniera chiara e semplice tutti i vantaggi derivanti dalla loro corretta assunzione!

Leggi anche: Integratori alimentari, fanno bene o fanno male?

Cosa sono le maltodestrine

Le maltodestrine sono dei polimeri (amidi) che derivano dal processo di idrolisi. Tale processo modifica i legami chimici, permettendo alle molecole di amido di mais (solitamente) di unirsi ai polisaccaridi, ottenendo così carboidrati più o meno complessi. Sono composte con più di 10 unità di destrosio. Le maltodestrine ottenute da questo processo sono solubili in acqua, hanno un sapore gradevole e sono di facile digestione, tutte caratteristiche apprezzate da un buon sportivo. Gli atleti che praticano attività aerobica prolungata come i ciclisti, i podisti e i nuotatori apprezzano particolar mente tale prodotto poiché offre energia prolungata nel tempo, senza però effetti indesiderati o sensazioni di pienezza e problemi allo stomaco.

maltodestrine

In pratica possiamo definire questi polimeri come dei composti calorici utilizzati per ottenere energia nel breve e nel lungo periodo.

Di fatti, durante una gara, uno sforzo o un allenamento, l’assunzione di maltodestrine può garantire un costante apporto di energia, rendendo stabile la glicemia. Rispetto ai carboidrati contenuti negli alimenti, inoltre, hanno la capacità di sviluppare una pressione osmotica minore rispetto ai carboidrati semplici a basso peso molecolare. Ne deriva un più facile svuotamento gastrico. Ne deriva infatti un svuotamento gastrico più facile. Oltre a questa caratteristica, presentano diversi vantaggi, quali:

  • Non hanno sapore
  • Sono di facile assimilazione in soggetti con deficit enzimatico
  • Hanno un basso contenuto salito

Leggi anche: Integratori alimentari, come e quando assumerli

Quale scegliere?

Prima di parlare di “dose”, è bene capire come funzionano gli zuccheri e come influisce la loro assimilazione sull’organismo. Due sono le tipologie:

  • Zuccheri semplici o chiamati anche monosaccaridi. Sono formati da una sola molecola, e sono glucosio, fruttosio e galattosio. Forniscono energia nel breve termine poiché facilmente digeribili, e sono prontamente assimilabili. Ciò si traduce in un indice glicemico alto.
  • Zuccheri complessi o chiamati polisaccaridi. Sono composti da più monosaccaridi, formando delle catene medio o lunghe. Ne sono un esempio l’amido e la cellulosa. Hanno termini di digestione maggiore, poiché il corpo ha bisogno del tempo necessario per smantellare le catene e ridurle ad un singolo monosaccaride, prima di passare al processo di assimilazione. Questa tipologia di zuccheri ha un indice glicemico medio.

Quando si acquistano le maltodestrine, bisogna porre particolare attenzione ad un parametro: D.E. (destrosio-equivalenza). Questo fattore permette al consumatore di effettuare una stima della complessità delle catene polimeriche. Nei prodotti commerciali, solitamente si va da un D.E. pari a 4 ad un massimo di 20. La regola generale è: più alto è il parametro, più corte sono le catene di polisaccaridi, maggiore sarà la velocità di digestione, assorbimento e quindi energia disponibile. Va però specificato che anche se si tratta di maltodestrine con bassi livelli di destrosio-equivalenza, l’indice glicemico sarà sempre uguale a quello del glucosio, ovvero molto alto.

maltodestrine-uso

Quindi possiamo dire che quando ci si orienta sull’acquisto delle maltodestrine, la soluzione migliore è quella di preferire prodotti con un D.E. medio.

Ovviamente questo discorso è generale, poiché il tutto dipende dal tipo di sport praticato. Ad esempio un atleta che pratica gran fondo si orienterà così:

  • Fase infilale: maltodestrine con un D.E. medio-bassa
  • Fase finale: maltodestrine con una D.E. alta

Quante maltodestrine assumere?

Le dosi e le modalità di assunzione delle maltodestrine dipendono dal tipo di sforzo che si intende fare e, pertanto, dalla tipologia di sport che si pratica. Complessivamente, tuttavia, è bene ricordare come l’assorbimento delle maltodestrine è considerato “ottimale” se vengono aggiunte ad acqua moderatamente fresca (10 gradi) con una percentuale che varia tra il 6% e il 10% (cioè, tra i 60 e i 100 grammi per litro). È inoltre consigliabile bere poco per volta la sostanza, anzichè berla tutta in una volta.

maltodestrine e sport

Assunto durante lo sforzo, contribuisce alla saturazione delle scorte di glicogeno epatiche e muscolari. Alla lunga, potrebbe causare un incremento del peso corporeo. Se assunte al termine della competizione, invece, le maltodestrine possono favorire il riequilibrio delle scorte energetiche. Ad ogni modo, salvo particolari circostanze (si pensi all’ipotesi dello sportivo che deve affrontare una serie di allenamenti ravvicinati) è preferibile assumere i carboidrati dagli alimenti con gradualità, lasciando trascorrere almeno un’ora dal termine dello sforzo, per poter consentire lo smaltimento delle scorie che vengono generalmente accumulate durante l’esercizio fisico.

Leggi anche: Integratori di vitamina D, quando e come assumerli

È inoltre inutile assumere le maltodestrine se l’impegno sportivo non è elevato (diciamo, inferiore ai 90 minuti). Superata tale soglia potrebbe essere utile assumerne circa 30 grammi per ogni ora di competizione.

Possibili effetti collaterali

Sostanzialmente, non vi sono gravi effetti collaterali. L’unico fastidio diffuso che si potrebbe avvertire – ma solamente in alcuni soggetti – sono nausea e problemi gastrointestinali. Per evitare gravi pregiudizi vi consigliamo dunque di provare le maltodestrine durante un allentamento, pianificando e dosando bene la sostanza durante una competizione.

Prodotti consigliati

maltodestrine-protein-worksThe Protein Works propone  maltodestrine di rapido assorbimento. È un prodotto formulato con l’innovativo sistema enzimatico Carbogen. Tale sistema permette di aumentare la disponibilità di glucosio dai carboidrati. Inoltre accelera la demolizione delle catene polimeriche, potenziandone l’utilizzo e fornendo al corpo più energia utilizzabile prontamente. Se ne consiglia l’assunzione di una porzione, 50 grammi, con l’acqua necessaria. Il costo per una confezione di 2 kg è di 9,49€.maltodestrine-polvere

Gonutrition consiglia agli atleti maltodestrine ad alto IG derivanti dall’amido di mais di alta qualità. Tutti gli ingredienti utilizzati in questa formulazione sono accompagnati da certificato di analisi ufficiale, che può essere consultato sulla pagina di vendita del prodotto. Si consiglia l’utilizzo di un misuro con 150-200 ml di maltodestrine-integratoreacqua.

BulkPowders offre invece sul mercato un mix dei due più diffusi carboidrati, ovvero destrosio e maltodestrine in rapporto 50:50. Quest’integratore può essere utilizzato prima, durante e dopo l’allenamento. È disponibile in due aromi rinfrescanti: arancia e frutti di bosco misti. Il costo per una confezione di 500 g è di 4,99€.

Lascia un commento