Lotta alla Sla: importante scoperta in Italia

sla

Giunge dall’Italia una delle ultime scoperte fondamentali per efficientare la lotta alla Sla, la sclerosi laterale amiotrofica, una malattia neurodegenerativa che, purtroppo, rappresenta uno dei mali più gravi dei nostri tempi.

Ebbene, grazie allo sforzo di una rete di ricerca italiana, è stato scoperto che il “gene” colpevole della malattia si chiama Matrin3, è localizzato sul cromosoma 5 ed è attivo in un ruolo definito molto insolito. Secondo quanto riportava il Corriere della Sera, infatti, il gene “codifica una proteina adibita al trasporto dell’informazione genetica portata dall’Rna messaggero dal nucleo della cellula alle fabbriche intracellulari delle proteine, cioè i ribosomi. Quando Matrin3 è difettoso, questo trasporto non avviene più in modo corretto e si intralcia tutto il delicato equilibrio della produzione di proteine cellulari, con conseguente «intasamento» e avvelenamento della cellula”.

Insomma, le ultime osservazioni sul gene confermano gli studi precedenti, secondo cui la Sla è causata da un accumulo di proteine anomale nel neurone motorio, che regola il movimento. Di qui, occorre stabilire in che modo avvenga tale accumulo, per individuare bersagli adeguati per una terapia efficace.

Occorre dire che questo è un gigantesco passo avanti, ma non è ancora la soluzione del problema. Esistono infatti almeno due forme della patologia, una genetica — ed è quella che è stata analizzata — e una sporadica. Per poter trattare la forma sporadica, di gran lunga più frequente, occorre trovare tutti i meccanismi implicati — e magari aggredirli — ma la scoperta aiuta a capire di che cosa si sta parlando” – continua il quotidiano.

Non rimane ora che seguire con grande attenzione i prossimi sviluppi della materia. Vi terremo informati su tutti i passi avanti più importanti.

Lascia un commento