La TOS: Terapia ormonale sostitutiva

Terapia ormonale sostitutiva

La menopausa, conosciuta come il ‘cambiamento di vita’, si verifica quando i livelli di ormoni femminili, estrogeni e progesterone, rallentano gradualmente e fino ad arrestarsi. Terminano così le mestruazioni e non si è più in grado di concepire (gravidanza).

Estrogeni e progesterone hanno ruoli molto importanti nel corpo di una donna.

Quando questi livelli scendono, si determinano una vasta gamma di sintomi fisici ed emotivi. La TOS è in grado di ripristinare questi livelli ormonali e permette al corpo di funzionare normalmente.

La funzione degli estrogeni

Gli estrogeni aiutano a regolare molte altre funzioni del corpo, compresa la densità ossea, la temperatura della pelle e mantenere umida la vagina.

È la riduzione di estrogeni che provoca la maggior parte dei sintomi associati alla menopausa, tra cui:

  1. vampate di calore
  2. secchezza vaginale
  3. perdita del desiderio sessuale
  4. cambiamenti di umore
  5. incontinenza da stress (perdite di urina quando si tossisce o si starnutisce)
  6. sudorazioni notturne
  7. assottigliamento dell’osso, che può portare a osteoporosi.

La maggior parte di questi sintomi passano nel giro di due-cinque anni.

La funzione del progesterone

La funzione principale di progesterone è quello di preparare l’utero per una possibile gravidanza. Essa contribuisce anche a proteggere la mucosa uterina (endometrio).

Un livello di caduta di progesterone non ha gli stessi effetti ad ampio spettro sul corpo come bassi livelli di estrogeni. Pertanto, in terapia ormonale sostitutiva, il progesterone viene solitamente utilizzato in combinazione con estrogeni.

Vantaggi e rischi

La TSO è stata ampiamente studiata, e, grazie ad una grande quantità di informazioni, si conoscono sia i benefici che i rischi.

Il vantaggio principale e più evidente, è il risultato idoneo nel controllare i sintomi della menopausa. Inoltre può anche ridurre il rischio di sviluppare in una donna l’osteoporosi e il cancro del colon e del retto.

Tuttavia, l’uso a lungo termine della terapia ormonale sostitutiva per prevenire l’osteoporosi non è generalmente raccomandata, questo perché ciò aumenta leggermente il rischio di sviluppare il cancro al seno, il cancro endometriale, il cancro ovarico e l’ictus.

La maggior parte degli esperti concordano sul fatto che se la TOS viene utilizzata a breve termine (non più di cinque anni) allora i benefici superano i rischi associati. Se invece la terapia si prolunga, soprattutto per più di 10 anni, si dovrebbero discutere i rischi individuali con il medico di famiglia e rivedere questi rischi su base annua.

La TOS non provoca aumento di peso

Durante la menopausa si può verificare un aumento del grasso corporeo, in particolare intorno all’addome, a causa delle proprie modifiche ormonali. La riduzione del tessuto muscolare e il rallentamento del metabolismo, correlata all’età, può anche contribuire all’aumento di peso. Ma diversi studi dimostrano che questo ingrossamento non è legato alla terapia ormonale sostitutiva. Se una donna è soggetta a un aumento di peso durante i suoi anni, prenderà peso a prescindere dal fatto che usi la TOS. Alcune donne possono avvertire i sintomi all’inizio del trattamento, compreso il gonfiore e la pienezza del seno, che può essere erroneamente interpretato come un aumento di peso.

Questi sintomi di solito scompaiono una volta che le dosi di terapia vengono modificate per adattarsi l’individuo.

Lascia un commento