Interruzione di gravidanza in day hospital

ru486

Le interruzioni di gravidanza potranno avvenire anche in day hospital, cercando in tal modo di ridurre il pregiudizio emotivo, e i disagi fisici, legati all’avvenimento. Ad affermarlo è il Governatore del Lazio, Nicola Zingaretti, che sulla sua pagina Facebook scrive come “interrompere una gravidanza è sempre un evento difficile per una donna e il nostro dovere è garantire assistenza, prevenzione e il diritto alla salute. Fino a oggi la pillola RU486 per l’interruzione di gravidanza si poteva somministrare solo fermandosi in ospedale per 3 giorni. Da oggi il trattamento farmacologico potrà avvenire anche in day-hospital”.

Una decisione – ha poi proseguito Zingaretti – che era attesa da molto tempo, e che è già stata adottata in altre regioni italiane e in altri Paesi come segnale di profondo rispetto per le donne.

La notizia non ha mancato di risollevare le polemiche da parte degli anti-abortisti, ed è invece stata accolta con grandissima soddisfazione da tutti coloro i quali auspicavano da anni l’assunzione di un simile provvedimento finalizzato a rendere meno traumatica l’interruzione della gravidanza mediante un trattamento basato sulla nota pillola RU4863.

Voi che ne pensate?

Lascia un commento