I leucociti: le sentinelle del corpo

leucociti

Ci sono due principali tipi di leucociti: linfociti e fagociti. I linfociti sono prodotti dalle ghiandole linfatiche o dai linfonodi. Ogni linfocita ha un grande nucleo rotondo e una quantità relativamente piccola di citoplasma non-granulare. I linfociti tendono ad essere quasi di forma rotonda e hanno movimenti limitati.

I fagociti sono prodotti dal midollo osseo. Sono così chiamati perché possono ingerire particelle straniere come i batteri. Essi hanno forma irregolare e posseggono un nucleo. Sono anche in grado di muoversi, possono cambiare la propria forma e passare attraverso le pareti dei vasi sanguigni sottili negli spazi tra i tessuti delle cellule. Ci sono due tipi di fagociti ovvero monociti e polimorfi. Un monocita ha un fascio a forma di nucleo.

Un polimorfo ha un nucleo con molti lobi e il citoplasma granulare. I globuli bianchi hanno un ruolo centrale nel mantenere il corpo sano. Anche se contengono un nucleo, la loro vita nel flusso sanguigno è solo di un paio di giorni.

Tali cellule, dunque, sono una componente importante del sangue e svolgono un ruolo chiave nel sistema immunitario. Un elevato numero di tali agenti immunitari nel sangue può indicare la presenza di una infezione o una malattia sottostante, mentre nel caso della leucopenia, queste cellule sono in numero ridotto e anche in questo caso possono indicare di un problema medico.

Talvolta, tali cellule vengono suddivise in due tipi principali: granulociti e agranulociti. I granulociti possiedono  piccoli granuli di materiale all’interno delle loro membrane cellulari che svolgono un ruolo importante a supporto della loro funzione, rilasciano i granuli necessari ad uccidere i batteri, funghi e altri invasori. Gli agranulociti mancano di tali granuli nelle loro membrane cellulari.

Ci sono tre tipi di granulociti: eosinofili, neutrofili basofili. Gli eosinofili sono progettati per attaccare parassiti, e hanno anche un ruolo nelle reazioni allergiche. I batteri bersaglio dei neutrofili sono i funghi, mentre i basofili giocano un ruolo nella risposta immunitaria. In una persona con valori normali, circa il 50-60 per cento dei globuli bianchi sono neutrofili, con l’1-4 per cento di eosinofili, e meno del due per cento di basofili.

Gli agranulociti costituiscono circa il 20-40% del numero totale dei leucociti, e includono cellule B, cellule T e cellule killer naturali, tutti parte del sistema immunitario, e monociti. I monociti costituiscono 2-9 per cento del numero di globuli bianchi e sono progettati per presentare gli antigeni ai linfociti e per stimolare le risposte immunitarie. Queste cellule poi maturano in macrofagi, cellule specializzate per fagocitare il materiale estraneo e neutralizzarlo.

Alcuni leucociti si posizionano in un punto fisso, come i mastociti, un tipo di granulociti coinvolti nella risposta immunitaria. Tutti, infine, derivano dalle stesse cellule pluripotenti: le cellule staminali generate nel midollo osseo che dirige la sintesi degli stessi

Lascia un commento