Entact gocce, come contrastare gli stati ansiosi e depressivi

ansia9

Sono sempre di più gli italiani che ricorrono all’aiuto di specifici farmaci per cercare di contrastare gli stati ansiosi e potenzialmente depressivi. E, in tals senso, un cenno di particolare riferimento per i trattamenti più utilizzati non può che essere attribuito all’Entact gocce, una soluzione orale, trasparente, incolore, dal gusto amaro, che moltissimi pazienti stanno assumendo per poter beneficiare del contributo fornito dall’escitalopram e degli eccipienti contenuti nel medicinale. Ma come funziona l’Entact gocce? E come assumerlo?

ansia9a

Iniziamo con il ricordare come l’Entact sia utile per cercare di trattare medicalmente gli stati depressivi particolarmente evidenti, caratterizzati anche da attacchi di panico (sia con che senza l’agorafobia, ovvero la paura di trovarsi in un luogo affollato), e da ansia sociale. Più in generale, può essere un farmaco utile – previa indicazione del proprio medico di fiducia – per cercare di trattare qualsiasi disturbo dell’ansia.

Leggi anche: Ansia generalizzata, cosa è e come curarla

Detto ciò, specifichiamo altresì che il farmaco può essere assunto in un’unica dose giornaliera, lontano o vicino dai pasti. Il dosaggio raccomandato nel caso di episodi depressivi particolarmente acclarati è 10 mg (cioè, 10 gocce), sempre una volta al giorno. Eventualmente, il medico potrà suggerire un sovradosaggio, comunque mai superiore ai 20 mg (cioè, alle 20 gocce) giornaliere. È sempre il medico che dovrà cercare di monitorare l’evoluzione delle condizioni del suo paziente, tenendo in considerazione che raramente il farmaco può dare dei riscontri immediati, e come i primi feedback positivi in tal senso potrebbero essere in grado di comparire dopo almeno 15-30 giorni.

ansia9ad

Simile è il dosaggio per gli altri stati di disturbo: in caso di attacchi di panico il trattamento inizia con 5 gocce, per poi essere incrementato a 10 o 20 gocce a seconda delle valutazioni del proprio medico. Simili sono i dosaggi per i disturbi di ansia sociale e per i disturbi di ansia generalizzato: il trattamento è comunque da intendersi lungo e, dunque, all’interno di tale arco temporale il medico potrebbe scegliere di modificare anche più volte il dosaggio.

Leggi anche: Come curare l’ansia, esercizi e tecniche consigliate

Per quanto inoltre concerne il suo utilizzo in gravidanza, segnaliamo che – come qualsiasi farmaco – valga la regola di base di evitare un’applicazione di tale medicinale, se non strettamente necessario. In merito, ricordiamo anche come alcuni studi compiuti mediante test su animali, abbiano dimostrato la possibilità di riscontrare una tossicità riproduttiva. Dunque, Entact, a maggior ragione, non dovrà mai essere utilizzato durante la dolce attesa, a meno che il medico non abbia valutato correttamente i suoi benefici e i suoi rischi, e non decida in tal senso.

ansia9ad3

Simili raccomandazioni possono essere conferite durante lo stato di allattamento. Sebbene non vi siano precise evidenze in tal senso, l’impressione è che il principio attivo dell’Entact sia escretato attraverso il latte: dunque, non è affatto consigliabile procedere all’allattamento durante il trattamento.

Infine, ricordiamo che tra i disturbi più comuni legati all’assunzione dell’Entact gocce, vi sia la modifica delle abitudini di metabolismo (sia in termini di riduzione che di incremento dell’appetito). Più rare sono le reazioni di natura anafilattica, patologie endocrine e del sistema emolinfopoietico.

Lascia un commento