Eiaculazione precoce: cause e rimedi naturali

L’eiaculazione precoce è un problema abbastanza comune che affligge secondo alcune ricerche ben un uomo su tre. Alla base di questo disturbo vi sono fattori psicologici e cause biologiche di cui spesso si è imbarazzati nel parlarne. L’aspetto positivo è la possibilità di guarire completamente e con successo con pochissime probabilità di recidive.  

Solitamente si lavora in ambito psicologico e farmacologico attuando delle tecniche comportamentali che permettono di ritardare l’eiaculazione. Nella maggior parte dei casi si utilizzano tutte e tre in combinazione per ottenere un maggior effetto. Scopriamo insieme quali sono le cause e come trattare il disturbo.

Le cause dell’eiaculazione precoce

Le cause dell’eiaculazione precoce ad oggi non sono del tutto chiare. Questo disturbo è ancora oggetto di studio. Tantissime sono le teorie proposte negli anni che attribuiscono questo problema ad una masturbazione eccessivamente veloce durante l’adolescenza, all’ansia da prestazione o ad un’insufficiente frequenza dei rapporti sessuali, ma non esistono prove che accomunino questo disturbo con tali ipotesi. È possibile però dividere le cause in due categorie ben distinti: psicologiche e biologiche.

Tra le cause psicologiche figura la disfunzione erettile, l’ansia e i problemi relazionali. Chi soffre di disfunzione erettile o impotenza spesso per la paura o l’ansia di dover mantenere l’erezione tende ad eiaculare molto presto così da sopprimere lo stato di stress che gli provoca. L’ansia gioca un brutto scherzo. I soggetti affetti da ansia da prestazione o ansia legata ad altri fattori sono spesso i candidati ideali a soffrire di eiaculazione precoce. Se invece nelle relazioni precedenti o in passato non vi è mai stato questo problema, è possibile che la causa sia da ricercare nel rapporto con la partner.

Le cause organiche sono le più facili da curare. Tra queste figurano:

  • Livelli ormonali anomali;
  • Neurotrasmettitori anomali;
  • Riflessi anomali del sistema eiaculatorio;
  • Problemi alla tiroide;
  • Infezione o infiammazione della prostata e dall’uretra;
  • Ereditarietà.

Sono rari i casi in cui il disturbo è provocato da un danno al sistema nervoso o da astinenza da narcotici o trifluoperanzina, un farmaco usato per curare l’ansia.

In molti uomini il problema è dovuto alla combinazione di cause biologiche e psicologiche, creando un connubio potentissimo, anche se secondo gli esperti le cause biologiche sono “primarie”.

Eiaculazione precoce: come riconoscerla?

Il sintomo principale caratteristico dell’eiaculazione precoce è l’avvenuta eiaculazione prima che il partner o entrambi i partner lo desiderino. Può avvenire non solo durante il rapporto sessuale ma anche durante la masturbazione.

eiaculazione precoce diagnosi

Secondo uno studio effettuato su 500 coppie, si è stabilito che il tempo medio per un rapporto è di circa cinque minuti e mezzo. Ovviamente parliamo di un dato puramente indicativo, in quanto spetta alla coppia decidere la durata ideale. I medici classificano l’eiaculazione precoce in:

  • Primaria: eiaculazione che avviene entro il primo minuto di penetrazione vaginale, senza la capacità di poter ritarare il momento; le cause sono da ricercare in una presunta origine genetica;
  • Secondaria: eiaculazione contraddistinta dal manifestarsi con una minima stimolazione, durante o subito dopo la penetrazione. Solitamente compare dopo un periodo in cui i rapporti sessuali sono soddisfacenti e le cause principali sono lo stress o problemi con il partner.

Diagnosticare l’eiaculazione precoce

Al fine di risolvere la complicazione e guarire dal disturbo è fondamentale parlarne con il proprio medico di famiglia. All’inizio l’imbarazzo potrebbe farsi sentire, ma ricorda che l’eiaculazione precoce è un problema comunissimo e facilmente curabile con successo. Professionalità e discrezione sono alla base dell’approccio professione del medico. In seguito ad una prima chiacchierata, questo può consigliarti di rivolgerti all’andrologo o al sessuologo clinico, a secondo delle possibili cause scatenanti.

eiaculazione precoce rimedi

In base alla tipologia di eiaculazione, il medico approccerà diversamente. Per l’eiaculazione precoce primaria la diagnosi è più facile da effettuare. In tal caso sarà il medico ad istruire il paziente ad avere una maggior padronanza del proprio corpo. Per l’eiaculazione precoce secondaria invece la diagnosi è più difficile e richiede un’attenta analisi psicologica. In tal caso il soggetto può essere sottoposto a test colturale del liquido seminale, esame urologico e andrologico ed in fine il tampone uretrale.

Rimedi naturali per l’eiaculazione precoce

Una volta accertati che il disturbo non è dovuto a cause biologiche come livelli ormonali alterati, problemi con i neurotrasmettitori o infiammazioni, la patologia può essere trattata con rimedi naturali, affiancandoli ad una terapia psicologica al fine di diminuire l’ansia durante i rapporti sessuale e risolvere eventuali incomprensioni con la partner.

Per prolungare il rapporto sessuale e soddisfare la partner, esistono diversi integratori naturali privi di effetti collaterali. Il migliore è Climax Control.  Questo prodotto si basa sull’integrazione giornaliera di elementi fondamentali per il corpo, affinché il soggetto mantenga il controllo durante il rapporto. Climax Control agisce sull’equilibrio dei livelli di serotonina. Grazie a questo prodotto è possibile allungare il rapporto sessuale di circa trenta minuti.

eiaculazione precoce climax control

I componenti di Climax Control sono del tutto naturali, sicuri anche per chi soffre d’ipertensione e malattie cardiovascolari. Nella composizione figurano:

  • Sarsaparilla: pianta di origini Americane conosciuta da secoli e usata anche dagli uomini primitivi per aumentare la libido. Aiuta a combattere l’impotenza e l’eiaculazione precoce;
  • Winian L-Carinitina: è un amminoacido naturale che aiuta il rilascio di acetilcolina. Queste due molecole aiutano a combattere l’eiaculazione precoce legata alla carenza di acetilcolina;
  • Tribulus Terrestris: pianta utilizzata nella medicina cinese per aumentare i livelli di testosterone e allungare il tempo di erezione.

Il vantaggio nell’utilizzare questo prodotto è l’azione rapida che svolge. Già dopo i primi quattro giorni di trattamento il rapporto sessuale si allunga, per raggiungere una durata maggiore di trenta minuti dopo 3-4 mesi di terapia. Per ottenere il massimo risultato si consiglia una terapia costante assumendo una compressa per due volte al giorno.

Climax Control è sicuro al 100% e rispetta a pieno la regolamentazione italiana e internazionale, inoltre non interferisce con l’alcool, dando la possibilità a tutti di poter bere e seguire la terapia.

È importante seguire una dieta alimentare sana ad equilibrata. Evita i cibi grassi e le fritture. Limita il consumo di caffeina come cioccolato, caffè, guaranà che possono peggiorare la situazione. Preferisci alimenti contenenti di omega 3 ed omega 6. I frutti ricchi di bioflavonoidi come limoni, pompelmi e uova aiutano a controllare l’impulso eiaculatorio. In fine tanta frutta e verdura ricca di antiossidanti e vitamine.

Lascia un commento