Echinacea: un aiuto contro i malanni di stagione

L’echinacea è una pianta particolarmente apprezzata nel settore dei rimedi naturali. E’ utilizzata principalmente per rafforzare il sistema immunitario e per combattere i sintomi di raffreddore e influenza.

Echinacea: la pianta

L’Echinacea, o Echinacea purpurea ed Echinacea angustifolia, appartiene alla famiglia delle Composite. È una pianta erbacea perenne che raggiunge i 8-10 dm. Presenta rizoma cilindrico e fusti leggermente rossastri. Le foglie sono basali e picciolate con 3-5 nervature e peli rigidi. Le diverse varietà si distinguono proprio dalle foglie. L’angustifoli ha foglie strette, mentre la purpurea ha foglie più ampie. Entrambe le varietà vivono nell’America del nord, in Messico, Louisiana e Florida. In Italia si coltivano per scopo medicale e ornamentale.  Esistono anche altre varietà quali laevigata, paradoxa, tennesseensis, sanguinea, simulata, atrorubens e pallida, ma le più coltivate sono la purpurea e l’angustifolia.

L’utilizzo di questa pianta a scopo medicale risale ai lontani indiani del nord America.  La impiegavano per trattare esternamente ferite ed ustioni, oppure la usavano per la preparazione di decotti per curare mal di gola, tosse e in generale tutte le malattie da raffreddamento. In abbinamento all’echinacea, anche lo zenzero è ottimo per la preparazione di tisane fai da te contro l’influenza. 

echinacea utilizzo

Le proprietà dell’echinacea sono state confermante nel 1925. Grazie ad alcuni studi fu dimostrato che questa pianta aveva un meccanismo d’azione sul sistema immunitario.

Gli studi ripresero poi nel 1930 e sono continuati fino a oggi. La varietà dell’echinacea purpurea fu studiata soprattutto da ricercatori tedeschi alla fine degli anni ’80 e attualmente è la più venduta.

Proprietà dell’echinacea

Una delle proprietà per cui l’echinacea è conosciuta è quella di combattere i sintomi influenzati e più in generale i malanni da raffreddamento. Secondo una ricerca scientifica, la radice di questa pianta inserita in un miscuglio a base di erbe, è stata efficace per il trattamento precoce dell’influenza quanto il farmaco convenzionale Oseltamivir (Tamiflu).  Questa pianta in particolare agisce sulla stimolazione del sistema immunitario macrofagico nella fase preventiva dell’influenza. Per ottenere questa funzione, basta cominciare la cura tre mesi prima del periodo invernale, mesi in cui è più facile ammalarsi.

Oltre ad agire sul sistema immunitario l’echinacea aiuta a sfiammare le mucose. Grazie a questa caratteristica la pianta può essere utile per combattere la tosse, la bronchite e tutte le patologie dell’apparato respiratorio.

Inoltre grazie ad alcuni studi è stata confermata la proprietà di aiutare la guarigione delle ferite grazie ai principi attivi contenuti nella pianta che rigenerano i tessuti.

Per beneficiare della proprietà antinfiammatoria nei confronti delle malattie da raffreddamento, si consiglia di utilizzare l’echinacea alla comparsa dei primi sintomi di raffreddore o influenza, così da agire tempestivamente prima che i virus prendano controllo dell’organismo comincino a replicarsi. A questo scopo si può utilizzare il macerato glicerico di echincea diluito con acqua per fare i gargarismi in caso di mal di gola.

Grazie al potenziale antibatterico e antiinfiammatorio, questa pianta può essere adoperata anche per il trattamento di tutte quelle infezioni che colpiscono il sistema urinario, come la cistite.

Si può utilizzare esternamente sotto forma di creme o pomate per combattere dermatiti, scottature ma anche afte.  Le creme inoltre quando applicate localmente aiuta a rimarginare più velocemente le ferite.

Utilizzare l’echinacea

Proprio come già facevano gli indiani d’America, l’echinacea si può utilizzare per la preparazione dei decotti. Per farne uno fai da te basta mescolare un cucchiaino raso di radici di echinacea con una tazza d’acqua bollente. Dopo aver lasciato in infusione per 10 minuti, basta filtrare e poi bere.

In alternativa in commercio si possono acquistare integratori in capsule o compresse che contengono l’estratto secco. Basta assumere 2 capsule al giorno lontano dai pasti, oppure una sola compressa per prevenire la comparsa dei sintomi influenzali.

In alternativa c’è la tintura madre. Se ne utilizzano 30-40 gocce 2 volte al giorno lontane dai pasti, o 30 gocce al giorno per un’azione preventiva.

Per uso eterno invece ci sono le lozioni o le pomate da acquistare in erboristeria.

Controindicazioni dell’echinacea

echinacea proprietà

L’echinacea come tutti i rimedi naturale conta pochissimi effetti collaterali. È sconsigliata ai soggetti allergici alle piante della famiglia delle Asteracee. È inoltre sconsigliata anche per chi soffre di malattie autoimmuni oppure assume farmaci immunosoppressori. Non va utilizzata nemmeno in caso di gravidanza.

Prodotti consigliati a base di echinacea

L’integratore a base di Echinacea Purpurea & Angustifolia di Anastore è indicato per rafforzare le difese naturali dell’organismo nei confronti dei malanni di stagione come raffreddore, mal di gola, influenza e contro le allergie stagionali. Quando si assume l’integratore sottoforma di cura preventiva, si rafforza l’organismo a combattere tutti i virus influenzali che colpiscono in inverno stimolando il sistema immunitario. Due capsule (posologia consigliata al giorno) contengono  400 mg d’estratto secco di erba d’echinacea ha foglie strette (Echinacea angustifolia DC.), titolato al 2% di echinacosidi (8 mg) e 200 mg d’estratto di radice d’echinacea (Echinacea purpurea L.), titolato al 4% in acido cicorico (8 mg).Simply Supplements integratore di echinacea

Simply Supplements propone un integratore di echinacea di alta qualità certificato dalle Good Manufactoring Pratice (GMP). Le capsule sono ricche di polisaccaridi, glicoproteine, alcamidi, olii volatili e flavonoidi. Grazie a questi componenti, l’echinacea ha proprietà antibatteriche e antinfiammatorie. Inoltre potenzia il gocce di echinaceasistema immunitario contro l’influenza.

Per i bambini si consiglia invece l’estratto di echinacea da pianta intera in acqua purificata. È un prodotto privo di alcol e gradevole al gusto al sapore di frutti di bosco. È inoltre senza zucchero, infatti si è utilizzato per dolcificare l’integratore il miele di castagno. Oltre a rinforzare le difese immunitarie naturali, aiuta anche a migliorare il benessere delle vie respiratorie. La posologia consigliata è di 15 gocce2-3 volte al giorno.

Lascia un commento