Dieta del minestrone: cosa è e come funziona

minestrone

Da diversi anni continua a impazzare la “dieta del minestrone“, un regime dietetico che promette di consentire un rapido dimagrimento (fino a 5 kg in 7 giorni) a fronte di qualche mutata abitudine alimentare. Ma cosa è in esattezza questa particolare dieta? Come funziona la dieta del minestrone? E siamo sicuri che sia veramente così efficace come i suoi proponenti sostengono?

Una avvertenza prima di cominciare

Prima di cominciare, permetteteci un’avvertenza. Così come qualsiasi dieta, anche la dieta del minestrone non deve essere presa alla leggera e, ove possibile, necessiterebbe di un preventivo consulto medico al fine di poter ritagliare il giusto percorso alimentare per il vostro obiettivo di dimagrimento.

In particolare, la dieta del minestrone è effettuabile per sette giorni, ed è ripetibile anche per la settimana successiva. In ogni caso, attenzione a non esagerare, visto e considerato che si tratta di una dieta fortemente ipoproteica e significativamente squilibrata. In altri termini, essendoci uno scarso apporto di proteine, con la dieta del minestrone si perdono contemporaneamente grssi e “muscoli”. Dunque, si tratta di una dieta consigliabile a chi è in sovrappeso e, oltre che perdere qualche chilo, desidera disintossicarsi.

Come iniziare la dieta del minestrone

minestrone

Introdotto quanto precede, ricordiamo come la dieta del minestrone punti tantissimo sforzo nella prima parte della settimana, con i primi giorni della dieta che sono anche quelli più importanti per poter perdere efficacemente peso. Considerato lo sforzo richiesto, non sono da escludersi dei pregiudizi più o meno sensibili, come ad esempio mal di testa o abbondante diuresi. Ne consegue che sarebbe bene iniziare la dieta del minestrone proprio nei fine settimana, quando si è più liberi da impegno e, pertanto, maggiormente propensi a dedicarsi a sè stessi. Ricordate inoltre che è opportuno – come per qualsaisi dieta – procedere a una congrua assunzione di acqua, bevendo almeno i canonici 8 bicchieri, utili per eliminare le tossine e disintossicarsi.

Leggi anche: Pomodoro, utile alleato contro la prostata

Anche se la dieta del minestrone è efficace per perdere del peso in breve tempo, è sempre bene cercare di non chiedere miracoli immediati a questo regime alimentare. Evitate quindi di pesarvi in qualsiasi momento del giorno e troppo ripetutamente. Meglio invece prendere il proprio peso all’inizio della dieta, e ripesarsi al termine del quarto giorno: con questa verifica – se abbiamo rispettato al meglio le indicazioni – dovremmo aver già perso almeno 2 kg. Se ne abbiamo perso molti di più (diciamo, più di 3,5 kg) dovremmo compiere un pò più di attenzione, perchè significa che abbiamo bruciato troppe calorie, e dovremmo quindi correre ai ripari arricchendo i pasti di pasta o riso integrale, o la colazione di fette biscottate. Al termine del settimo giorno, procedete a ripesarvi: dovreste aver perso almeno 4-5 kg.

Ma vediamo giorno per giorno in cosa consiste la dieta del minestrone.

Sabato

minestrone

Ipotizzando di iniziare la dieta nel weekend – quando, come abbiamo già avuto modo di vedere, dovremmo aver più tempo libero per dedicare a noi stessi – il primo giorno corrisponderà al sabato. A colazione sarà sufficiente mangiare pere o mele accompagnate da del caffè o del tè. A metà mattina succo di frutta non zuccherato, a pranzo minestrone e mele. A merenda del succo di frutta non zuccherato, a cena minestrone; pere. Come variante, valutate la sostituzione di mele e pere con frutta a scelta, escluse uva e banane, (che può essere anche cotta o in scatola senza zuccheri aggiunti).

Leggi anche: Pizza, guai senza mozzarella

Domenica

A colazione solo caffè, e come spuntino solo del tè. A pranzo minestrone; bietole e cicoria o indivia e broccoletti cotti oppure radicchioverde. A merenda tè o caffè, a cena minestrone, 200 g di patate lesse con 10 g di burro. A titolo di variante, valutate altresì che le patate con il burro possono essere sostituite da funghi cucinati con 2 cucchiaini di olio extra vergine di oliva.

Lunedì

Il terzo giorno a colazione tè o caffè; pere e ananas. Successivamente, come spuntino succo di frutta senza zucchero. A pranzo minestrone; carote e carciofi crudi o cotti, a merenda succo di frutta senza zucchero, a cena minestrone; peperoni, melanzane e zucchine alla griglia. Anche in questo caso come variante ricordate che le pere e l’ananas della colazione possono essere sostituite da frutta a scelta (escluse uva e banane), che può essere anche cotta o in scatola senza zuccheri aggiunti.

Martedì

minestrone

Il quarto giorno a colazione mangiate del cappuccino preparato con 200 ml di latte scremato e banane. Come spuntino tè o caffè, come pranzo 200 g di yogurt magro; una banana. A merenda del tè, mentre a cena minestrone; un frappé preparato con 200 ml di latte e una banana. Come variante, i 200 g di yogurt del pranzo possono essere sostituiti da 150 g di ricotta o da 120 g di mozzarella o di gorgonzola o di caciotta.

Mercoledì

Il quinto giorno caffè a colazione, tè come spuntino. A pranzo 300 g di pesce al vapore (merluzzo, sogliola, nasello); pomodori, a merenda del tè, a cena minestrone; 200 g di pesce alla griglia (orata, spigola, rombo). Come variante, sottolineiamo che a pranzo i 300 g di pesce alla griglia possono essere sostituiti da 300 g di calamari o seppie alla griglia; a cena i 300 g di pesce alla griglia si possono sostituire con 150 g di tonno al naturale o con 100 g di salmone affumicato.

Giovedì

minestrone

Il sesto giorno, caffè a colazione, tè a spuntino. A pranzo una o 2 bistecche di vitellone o manzo alla griglia; zucchine e finocchi al vapore. A merenda del tè, a cena minestrone; 300-400 g di pollo arrosto senza pelle. Come variante, a cena al posto del pollo arrosto si possono mangiare 250 g di tacchino arrosto.

Leggi anche: Pressione alta, lo zucchero fa più male del sale

Venerdì

L’ultimo giorno, via libera al caffè a colazione, e come spuntino un succo di frutta senza zucchero. A pranzo 150 g di riso integrale con verdure a piacere; asparagi, cipolle e carote al vapore, a merenda un succo di frutta senza zucchero. A cena ancora minestrone; barbabietole e cetrioli. Come variante, a colazione si possono aggiungere 2 fette biscottate integrali con 2 cucchiaini di marmellata senza zucchero.

Lascia un commento