Cura il suo tumore con un metodo nuovo: ecco cosa accade

hibbit

Sta facendo il giro del mondo la storia di David Hibbitt, un ragazzo inglese a cui nel 2012 è stato purtroppo diagnosticato un cancro al colon piuttosto avanzato. Come accaduto a tante persone nelle sue stesse condizioni, il giovane è stato sottoposto a chemioterapia, radioterapia, intervento chirurgico e altre terapie ulteriori. Al termine di tutto ciò, i medici gli dissero che non ci sarebbe stato più niente da fare, “pronosticando” al massimo altri 18 mesi di vita.

Leggi anche: Scoperto DNA a quadrupla elica, valido aiuto contro i tumori

David ha però una straordinaria forza di volontà. E comincia a studiare da solo le possibili strade alternative, che lo conducono poi a sperimentare l’olio di cannabis. “Sentivo che la chemio mi stava uccidendo, ormai non avevo più niente da perdere. L’idea di morire senza aver lottato mi faceva impazzire. Si trattava della mia vita, non potevo fermarmi ai dogmi della medicina ufficiale” – ha affermato David durante una recente intervista.

Leggi anche: Tumore alla cervice, continuano le vaccinazioni

Le spese per sostenere questa particolare cura a base di olio di cannabis erano d’altronde piuttosto contenute: solamente 50 sterline al mese, molto meno delle decine di migliaia di sterline della chemioterapia.

Ebbene, dopo un anno il tumore era scomparso. “Questa cura si è dimostrata infinitamente più efficace e meno devastante della chemioterapia. I dolori sono scomparsi del tutto e la qualità della mia vita è ritornata com’era un tempo. Voglio che questa mia testimonianza sia d’esempio a tutte quelle persone che non sanno come agire di fronte a questi problemi” – ha aggiunto David.

Leggi anche: Pomodoro, utile alleato contro il tumore alla prostata

La storia di David ha avuto ampio risalto, ed ha dato lo spunto a tante altre persone che “illegalmente” hanno curato – pare, con successo – le proprie malattie grazie all’olio di cannabis…

Lascia un commento