Come sistemare un taglio di capelli che non piace

tagli-capelli-david-aumanier-2010-1

Spesso, di ritorno dal proprio parrucchiere di fiducia, ci si rende conto di quanto sia stato deludente il proprio intervento dal salone di bellezza. Ma in che modo correggere un taglio di capelli che non piace? Cosa poter fare per poter porre a rimedio a un taglio non proprio convincente?

Prima di andare in crisi, cercate di guardarvi con attenzione e osservare il proprio taglio in tutti gli aspetti potenzialmente positivi. Provate pertanto a immaginare se, magari, con una frangia, o un ciuffo più o meno ampio, o l’introduzione di qualche accessorio, la situazione possa o meno subire qualche gradevole miglioramento.

Se la vostra immaginazione no nvi aiuta, potete comunque correre ai ripari realizzando uno chignon o una coda, ammesso che il vostro taglio non sia eccessivamente corto. Un consiglio è certamente quello di chiedere l’aiuto al parrucchiere e, magari, anche allo stesso parrucchiere al quale vi siete rivolti: un errore o una incomprensione capita a tutti, e non conviene certamente farne un dramma. Se invece avete perso completa fiducia nei confronti del parrucchiere, potete cercare di ricorrere un consulente alternativo che possa suggerirvi l’idonea correzione.

E se nemmeno il parrucchiere riesce a risolvere i vostri problemi di acconciatura? Le soluzioni anche in questo caso non mancano, sebbene siano più artificiali. Le extension di qualità sono oggi disponibili a condizioni competitivi e con efficienza molto elevate: fatevi mostrare qualcosa e troverete di sicuro qualcosa di gradevole!

Gallery

Capelli fini

Capelli scalati

Capelli corti

Lascia un commento