Come sbiancare i denti in maniera professionale!

Lo sbiancamento dentale è il termine utilizzato per indicare una serie di trattamenti, naturali o chimici, che permettono ai denti di tornare allo splendore originale. Si occupano di fare questo lavoro i dentisti, ma anche alcuni centri estetici lo propongono. Inoltre, sono tanti i rimedi naturali che ci aiutano a sbiancare i denti e sono facili da fare tra le mura domestiche. Li vedremo dopo.

Perché i denti ingialliscono?

Se le persone sentono l’esigenza di sottoporsi a uno sbiancamento dentale è perché i denti ingialliscono. I motivi sono tanti e del tutto personali. Possiamo vedere star e persone comuni avere dei denti smaglianti, anche se non si sono sottoposte mai ad alcun trattamento. Possiamo poi vedere altre persone che invece combattono giornalmente con il loro naturale colore dei denti, senza avere grandi risultati.

I denti ingialliscono per diversi motivi. Può essere una caratteristica genetica difficile da debellare. Il fumo della sigaretta. L’assunzione di bevande che macchiano lo smalto, come ad esempio il caffè e il tè. Alcuni cibi particolari, come la liquirizia. L’utilizzo periodico di questi prodotti non ingiallisce i denti, è l’abitudine e la quotidianità dell’azione che mette in moto il meccanismo.

1# Come sbiancare i denti in poltrona

denti bianchi

Prima di sottoporsi a uno sbiancamento dentale in poltrona, cioè dal dentista, è importante che vi sia una pulizia generale dei denti. Il primo rimedio contro l’ingiallire dei denti è quello di prevenire tale situazione. Una pulizia dei denti eseguita come consigliato ogni sei mesi, aiuta a mantenerli sani. Tuttavia le sostanze che macchiano lo smalto agiscono in fretta e ogni tanto farsi fare uno sbiancamento dentale, conosciuto nel settore come bleaching, è indispensabile per chi vuole avere sempre un sorriso perfetto. La seduta dura all’incirca tra i 40 e i 60 minuti. Il prezzo invece può variare dai 300 ai 600€.

Il dentista utilizza per sbiancare i denti dei prodotti chimici. I loro effetti vengono potenziati da alcune lampade specifiche che permettono al prodotto di entrare in profondità. I professionisti utilizzano di solito un gel di perossido di idrogeno con una percentuale circa del 35-38. Il gel si attiva a contatto con le fonti luminose e, una volta liberato l’ossigeno che conteneva, penetra nel dente e innesca reazioni tali da rimuovere le molecole delle macchie.

Le controindicazioni sono minime quando il trattamento viene svolto da un professionista. Solitamente la reazione più comune è quella di una leggera gengivite che scomparirà da sola nel giro di massimo 48 ore. Effetti collaterali più gravi possono esserci nei ragazzi che non hanno raggiunto il quattordicesimo anno di età e le donne in dolce attesa o in fase di allattamento.

Dopo il trattamento sbiancante è molto importante mantenere un ritmo di vita corretto. Questo significa che, almeno per le prime 24 ore, è altamente consigliato di non assumere caffè e non fumare.

2# Come sbiancare i denti a casa

denti bianchi bleaching

Una volta usciti dal dentista e aver effettuato il bleaching è importante mantenere i denti bianchi. Prendere le precauzioni (come diminuire drasticamente l’assunzione di caffè e sigarette) è importante, ma non basta. Visto il costo non proprio contenuto del trattamento è l’utilizzo delle sostanze chimiche, è bene rimandare la prossima seduta a tempo indeterminato.

Il dentista può realizzare sotto vostra richiesta delle mascherine in silicone morbido che riproducono l’esatta forma della vostra arcata. Verrà inserita in questa mascherina una sostanza sbiancante. Indossandola ogni giorno per una settimana, per un tempio variabile che vi dirà il vostro dentista, l’effetto è ottimo. Questo in realtà può essere un trattamento a tutti gli effetti e potete evitare il precedente, lo sbiancamento dentale in poltrona. Il risultato è assicurato per circa 5 anni.

Un altro metodo da fare a casa è quello delle striscette adesive. Il trattamento dura 14 giorni e vanno posizionate due volte al giorno sui denti, per circa 30 minuti. È molto più economico ma il risultato è in termini di qualità e tempo, inferiore.

È bene chiarire che tutti questi rimedi non sono sicuri al 100%. Se i vostri denti non sono di natura bianchi, non potrete ottenere dei miracoli. Il massimo che riuscirete a fare oltre a rimuovere ovviamente le macchie, è quello di schiarire di una o due tonalità il colore dei vostri denti.

Leggi anche: xWhitening Kit per Sbiancare i Denti

3# Rimedi naturali per sbiancare i denti

rimedi denti bianchi

Molte persone decidono di effettuare uno sbiancamento dentale con i rimedi fai-da-te. Si tratta di rimedi naturali low cost, che non fanno entrare denti e gengive in contatto con le sostanze irritanti. Gli effetti ovviamente sono nettamente inferiori a quelli ottenuti con una seduta professionale, ma comunque qualche piccolo miglioramento lo possiamo notare. Tentare non costa nulla, quindi, ecco alcuni rimedi naturali per sbiancare i denti!

  • Strofinate le fragole o la parte interna della scorza d’arancia sui denti e rimuovete tutte le macchie superficiali.
  • Prendi mezzo cucchiaio da caffè di bicarbonato di sodio e aggiungi mezzo cucchiaio di sale. Aggiungi poi una goccia d’olio essenziale alla menta e utilizza il tutto come un dentifricio. Passatelo sui denti ricordandovi prima di inumidirli. Per evitare che il trattamento danneggi lo smalto non eseguitelo più di una volta a settimana.
  • Utilizzate una foglia di salvia fresca. Dovete semplicemente strofinarla sui denti.
  • Sembra che anche la verdura di colore scuro come i broccoli aiuti a mantenere i denti bianchi. A quanto pare produce una pellicola protettiva sull’arcata dentale capace di frenare la formazione di macchie.
  • Continuiamo con la lista dei prodotti facili da reperire e che, quasi sicuramente, avete già in questo momento nel frigo o nella dispensa. È il turno del limone. Si, il frutto giallo aiuterebbe a rimuovere le macchie gialle causate da caffè e fumo. Come il bicarbonato rischia di corrodere lo smalto quindi, usatelo con cautela, diciamo non più di una volta al mese.
  • Per concludere, evitate le bibite gassate. Contengono acidi che rimuovono la protezione naturale dei denti e vanno contro tutti i vostri tentativi di mettere in atto un buon sbiancamento dentale.

Cosa offre il mercato

alta-whiteSi consiglia sempre l’acquisto di prodotti certificati la fine di evitare brutte sorprese. I prodotti più famosi nel mercato sono: Alta White, Idol White e iBringht.

Alta White è un prodotto sbiancante che non agisce coprendo i denti, ma smaschera le macchie e l’ingiallimento, penetrando nello smalto ed eliminando la placca. È esternamente facile l’applicazione ed è invisibile sui denti, questo permette il suo utilizzo non solo a casa ma anche a lavoro, per strada, in palestra.

Idol-white penna sbiancanteIdol White conosciuto in tutto il mondo grazie alle sue famosissime testimonial, le sorelle Kardashan, è una penna sbiancante per denti. Si tratta di un prodotto facile da applicare e veloce. Infatti, basta solo far uscire la giusta dose di gel dalla penna, applicarlo omogeneamente sui denti, aspettare sessanta secondi in modo che i principi attivi facciano effetto, e poi risciacquare.

ibright kit sbiancante dentiiBringht è un prodotto di ultima generazione cui bastano solo cinque giorni di trattamento per ottenerne i risultati. Nel kit sono compresi: scala di colori, 5 salviette sbiancanti di fluoro, 5 ml di spray pre-trattante, 15 ml di gel sbiancante, una lampada al LED di 5 watt e una mascherina da bocca in silicone che aderisce perfettamente ai tuoi denti.