Come misurare la pressione senza errori

misurare-pressione-1

La misura della pressione arteriosa è un’azione piuttosto importante per cercare di comprendere se esista o meno necessità di intervenire (eventualmente, anche farmacologicamente) per regolare al meglio la pressione arteriosa (fermo restando che, naturalmente, è solo il medico il professionista che potrà stabilire ciò, lasciando al paziente l’unico compito di annotare i valori su un diario, e riportarli quindi al dottore durante la visita di controllo).

Cosa è la pressione arteriosa

La pressione arteriosa è la pressione che viene esercitata dal sangue, pompato dal cuore, sulla parete delle arterie che distribuiscono il sangue stesso nell’organismo. La pressione è a sua volta distinta in “massima” o “sistolica”, e corrisponde al momento in cui il cuore pompa il sangue nelle arteriore, e “minima” o “distolica”, che corrisponde alla pressione che rimane nelle arterie nel momento in cui il cuore si ricarica per il battito successivo.

Rilevare la pressione a casa

Oggi sono disponibili in commercio, e a buoni prezzi, apparecchi per la misurazione domiciliare della pressione arteriosa: elementi che permettono di effettuare una rilevazione automatica o semiautomatica, e che sono strutturati – generalmente – in una sorta di bracciale da inserire intorno al braccio.

misurare-pressione-2

La maggior parte di tali apparecchi può fornire una misurazione attendibile, avendo superato i criteri proposti dalle società scientifiche in termini di affidabilità e di efficacia.

Qualche consiglio per misurare la pressione

Anzitutto, è bene ricordare che la misura della pressione arteriosa dovrebbe essere effettuata a intervalli di tempo regolari ma – di contro! – è bene fare in modo che il controllo della pressione non diventi un’ossessione: si tende infatti a imputare all’ipertensione una serie di piccoli malesseri che in realtà potrebbero essere ordinariamente avvertiti durante la giornata, e che con il rialzo della pressione hanno poco (o nulla!) a che fare.

Suggeriamo pertanto di misurare la pressione periodicamente, sempre nello stesso momento della giornata (è sufficiente 1-2 volte alla settimana, a meno che non vi siano necessità particolari): non bisogna aver bevuto caffè o avere fumato, bisogna stare seduti e a riposo, non bisogna aver fatto attività fisiche nelle 2-3 ore precedenti alla misurazione.

misurare-pressione-3

Prima di effettuare la rilevazione bisogna stare seduti almeno 5-10 minuti, in un ambiente le cui condizioni siano confortevoli per temperatura, umidità, ecc. Il braccio dovrebbe essere mantenuto libero da vestiti, senza arrotolare camice o maglioni. È inoltre opportuno procedere con la misurazione dopo aver svuotato la vescica.

Leggi anche: Pressione alta, lo zucchero fa più male del sale

Ansia e pressione

Durante la misurazione della pressione cardiaca è fondamentale cercare di effettuare una media tra diverse rilevazioni: è infatti consigliabile procedere a più rilevazioni misurandola 2-3 volte a distanza di un minuto, e calcolare quindi la media.

Nella prima o nella seconda misurazione, infatti, la pressione arteriosa potrebbe salire a causa dell’ansia: misurare la pressione arteriosa è infatti indice di “tensione”, come se ci si trovasse dinanzi a una prova fondamentale. Un metodo per cercare di risolvere tale elemento di ansia è invece determinato proprio dalla possibilità di effettuare una media dei valori riscontrati, avendo in tal modo l’opportunità di “sterilizzare” il fattore ansia.

Lascia un commento