Cellule staminali vegetali: rivoluzione della cosmesi!

Cellule staminali vegetali

Come le cellule embrionali identificate nell’embrione dopo 2-3 giorni dalla fecondazione sono state definite cellule staminali totipotenti , così accade per le cellule meristematiche apicali ricavate dalle radici delle piante e dalle gemme (in cui avvengono le divisioni cellulari che condurranno alla formazione della pianta adulta) che hanno rivelato, allo stesso modo, un alto ritmo moltiplicativo insieme alla qualità della totipotenza; queste cellule, presenti in tutte le piante e in ogni momento della loro vita, sarebbero dunque in grado di riformare un intero organismo a partire da piccoli gruppetti cellulari meristematici.

Le cellule staminali vegetali, come già abbiamo accennato, sono sempre presenti nelle radici e nelle gemme delle piante sebbene in alcuni periodi dell’anno siano inattive, “dormienti”; occorre però semplicemente stimolarle perché si “sveglino” attivandosi e ricomincino a dividersi mitoticamente portando alla formazione di moltissime nuove cellule. Inoltre, se sottoposte a stress, queste cellule sono in grado di incentivare la produzione di sostanze biologiche che, all’interno dell’organismo stesso con il quale vengono a contatto, agiscano come antiossidanti, antinfiammatori e riparatori.

Volendo racchiudere in poche parole le principali azioni delle cellule staminali vegetali possiamo dire che:

  1. proteggono dai radicali liberi;
  2. rigenerano i tessuti con i quali vengono in contatto;
  3. agiscono come antirughe.

Molto utilizzate sono le cellule staminali vegetali provenienti dal fior di loto, estratte e poi utilizzate anche come fondamenta di molte creme e di molti gel rigeneranti.

Le cellule staminali vegetali presenti in lozioni per capelli, creme e gel cutanei per uso esterno, quando vengono a contatto con le cellule della pelle e del cuoio capelluto ( soprattutto con quelle ormai invecchiate o danneggiate) innescano una reazione a catena che prevede la sostituzione delle cellule vecchie con le cellule nuove e che conduce, in poco tempo, alla completa rigenerazione tissutale. Si riproducono e moltiplicano in poche ore cheratinociti, fibroblasti, collagene ed elastina, mattoni fondamentali della cute e del cuoio capelluto che, con il tempo e a causa di fattori esterni quali i raggi ultravioletti, il fumo, l’alimentazione errata e tanti altri, si riducono sempre di più in numero fino a scomparire del tutto. Tanto per non finire qui, con gli effetti positivi delle staminali vegetali, pare che queste si siano rivelate particolarmente efficaci anche in presenza di acne, pelle spenta, macchie di iperpigmentazione di melanina (simili alle lentiggini), dermatiti e piccole cicatrici.

Una vera e propria rivoluzione per il mondo femminile e non solo!

Ebbene, si, siamo in presenza di una vera e propria rivoluzione per le donne che desiderano una pelle sempre giovane senza la necessità di ricorrere a bisturi e/o trattamenti particolarmente fastidiosi o invasivi. A dirla tutta, non è proprio il caso di escludere gli uomini da questo discorso dal momento che, al giorno d’oggi, sono sempre di più gli uomini attentissimi al look, ad essere al passo coi tempi e a cercare di mantenersi quanto più sani, giovani e belli nonostante gli anni che avanzano. E allora sembra proprio il caso di dire… facciamo di tutta l’erba un fascio! Non a caso, recenti studi e interviste hanno rivelato che circa il 70% degli uomini che cominciano a perdere i capelli in “tenera età”, ricorrono a lozioni e a cure di ogni genere sperando in una ricomparsa miracolosa dei capelli mentre, tra coloro che, in età adulta, ancora non hanno cominciato a perderli, moltissimi sono quelli che hanno esordito con la frase “Non sia mai perdessi i capelli! Sono disposto a tutto purché non accada mai!” e che di certo non si lasciano mancare in casa gel, lozioni e compresse all’ultimo grido che prevengano la perdita dei capelli.

Le potenzialità delle cellule staminali vegetali sono, teoricamente, moltissime seppure i media, le case farmaceutiche così come quelle cosmetiche hanno, nel tempo, un po’ enfatizzato gli effetti di tutti i loro prodotti rendendoli, agli occhi del pubblico, miracolosi filtri della giovinezza. Ecco perché sono moltissimi i ricercatori che, in più occasioni, hanno voluto a tutti i costi ammonire gli utenti e metterli in guardia con discorsi all’incirca simili che possono essere tutti racchiusi nella frase di seguito riportata: “imparate ad essere critici, non siate passivi e non credete alle pubblicità come fossero profezie e verità eterne. La Scienza non è Magia.”.

Lascia un commento