Cannabis, in Sicilia la si potrà usare per scopi terapeutici

cannabis

In Sicilia (così come in Toscana, Liguria, Marche, Veneto) la cannabis potrà essere utilizzata per scopi terapeutici. A sostenerlo è una nuova norma che disciplinerà la distribuzione di farmaci a base di cannabinoidi per fini di terapia, in seguito alla delibera con la quale la giunta regionale siciliana ha fornito il mandato all’assessore alla Salute Lucia Borsellino affinchè predisponga tutti i provvedimenti necessari per assicurare la possibilità dell’uso terapeutico dei cannabinoidi nelle strutture sanitarie accreditate, sia pubbliche che private.

Il provvedimento” – afferma il presidente della Regione Sicilia, Rosario Crocetta – “nasce sulla base delle modifiche legislative italiane in merito all’uso della cannabis ma anche da più sentenze che hanno riconosciuto a diversi malati, in particolare ai malati affetti da sclerosi multipla, la copertura terapeutica con tale sostanza”.

Per quanto facilmente desumibile, la prescrizione all’utilizzo dei farmaci derivati dalla cannabis dovrà essere effettuata dai medici specialisti all’interno di strutture sanitarie, mentre il percorso terapeutico potrà essere eseguito anche presso il domicilio del paziente.

Anche la Sicilia, pertanto, come altre regioni italiane e macro aree europee, dà il via libera alla fruizione della cannabis, che da tempo è oggetto di approfondimenti scientifici sulla sua utilità. Dalla lotta contro il cancro alla cura per il diabete di tipo 2, dal trattamento degli spasmi muscolari dovuti alla sclerosi multipla all’anticipazione delle malattie mentali, la cannabis è oggi al centro di ampi focus sui suoi benefit sull’uomo.

In Italia la cannabis è ancora oggetto di pregiudizi di natura ideologica e, anche per tale motivo, l’accesso a tale tipologia di terapie appare essere piuttosto difficoltoso. In attesa di una revisione corposa della legislazione nazionale, è sicuramente positivo che le Regioni, agendo in loro autonomia, possano disciplinare singolarmente tali aspetti terapeutici.

Lascia un commento