Baciare fa bene alla salute

bacio

Baciare fa bene alla salute. A patto che il gesto sia frequente e intenso, e non ci si limiti ad un atteggiamento freddo e ben poco mediterraneo. A sostenerlo sono una serie di ricerche proposte in occasione della Giornata mondiale del bacio, secondo le quali il gesto amoroso produrrebbe endorfine e ossitocina anticortisolo, antistress e anti-emicrania. Una scusa in più per cedere alle effusioni con i / le propri/e partner.

Più nel dettaglio, la ricerca ha stabilito che con il bacio vengono rilasciate dopamina ed endorfina in grado di abbassare la sensibilità al dolore: baciando più frequentemente, pertanto, il mal di testa sarà meno pesante, poiché l’effetto analgesico e antidepressivo fungerà da contrappeso alla mal sopportazione di tale patologia.

A spiegarci ancora più scientificamente quanto accade è stato il professor Giuseppe Genovesi, docente di Endocrinologia presso l’Università La Sapienza di Roma, che sulle pagine de La Repubblica ricorda come l’effetto  analgesico e antidepressivo del bacio è dovuto fondamentalmente al fatto che rappresenta la realizzazione pratica e immediata di uno degli obiettivi principali del sistema psico-biologico, o potremmo dire MenteCorpo, dal quale siamo costituiti, che è l’attaccamento”. In parole povere, baciando ci congiungiamo fisicamente alla nostra controparte, favorendo la nascita di “specifici neurotrasmettitori con particolare riferimento agli oppioidi, ai cannabinoidi, alla serotonina e, in parte, anche alla dopamina”.

Ancora, attraverso i baci due persone sono in grado di scambiarsi gli anticorpi, andando così a rafforzare il proprio profilo immunitario. Meno romanticamente, il bacio consiste anche in un aumento di produzione di saliva e, quindi, favorisce la rimozione di residui di cibi e dei batteri che sono responsabili della carie. Non sarà l’equivalente del filo interdentale, ma val la pena dare sfogo al proprio romanticismo (anche) per lesinare sulle spese del dentista!

Lascia un commento