Autismo, diagnosi a scuola

autismo

Secondo quanto riportava il Corriere della Sera, gli ultimi dati del Centers for disease control and prevention riportano che nel 2010 negli Stati Uniti un bambino ogni 68 è nato affetto da Disturbi dello spettro autistico, con un incremento del 30% rispetto ad appena due anni prima, quando l’incidenza era di 1 ogni 88.

E in Italia? Nel nostro Paese di autismo soffrono circa 600 mila persone, soprattutto uomini. Su tali numeri si poggia la Giornata mondiale sull’autismo, che ricorre domani, 2 aprile. “L’importanza della diagnosi precoce, non oltre i 24 mesi è il vero obiettivo cui deve tendere il lavoro di tutti:  qualunque ritardo rischia di compromettere la possibilità di recupero di questi piccoli pazienti” – afferma Vincenzo Bonaminio, direttore del corso Asne-Sipsia, dell’Istituto di Neuropsichiatria Infantile di Rome, che sul quotidiano ha espresso alcune interessanti valutazioni su tale psicopatologia.

È necessaria una formazione specifica per l’individuazione dei segnali di allarme precoce per i pediatri, i medici di base, il personale paramedico, per gli insegnanti, in particolare di scuola materna” – afferma ancora il dottor Marco Mastella, segretario scientifico del Centro Psicoanalitico di Bologna, sullo stesso quotidiano.

Per tale motivo sono in corso di predisposizione alcune campagne di sensibilizzazione che punteranno a migliorare l’attenzione sul tema fin dalla prima classe.

Lascia un commento