Artrosi cervicale: cause, sintomi e trattamento con rimedi naturali

L’artrosi cervicale, conosciuta anche con i termini di espondisoli cervicale o cervicoartrosi, è una patologia degenerativa legata alle vertebre cervicali della colonna. Ad oggi è una delle forme di artrosi più riscontrate e colpisce in particolare le popolazioni occidentali.

Cos’è l’artrosi cervicale?

Questa forma di artrosi è una delle più comuni e anche delle più pericolose, poiché può causare manifestazioni neurologiche dovute alla vicinanza delle radici nervose interessate, le quali possono essere compresse o irritare dal processo artrosico, causando sintomi come vertigini o nevralgie cervobrachiali.

Ricordiamo che il processo artrosico si caratterizza da lesioni degenerative a carico della cartilagine che ricopre le articolazioni, che con il passare del tempo coinvolge anche l’articolazione stessa. Con il progredire della malattia i movimenti diventano sempre più difficili e dolorosi.

artrosi cervicale dove colpisceNell’artrosi cervicale, questo processo interessa sia i dischi posti tra una vertebra e l’altra, sia le superfici articolari delle vertebre le quali vanno incontro ad un deterioramento che causa dolori, difficoltà nel muovere il collo e mobilità limitata, oltre ad una sintomatologia tipica.

 Cause dell’artrosi cervicale

Quando si parla di artrosi, il processo d’invecchiamento è solitamente la causa del problema. Per quanto riguarda l’artrosi cervicale invece il fattore età non è così determinante come nelle altre tipologie di degenerazione della cartilagine.  Le cause dell’artrosi cervicale sono varie e vaste, senza dimenticare i fattori di rischio che predispongono maggiormente il soggetto alla patologia.  Spesso all’origine di questa degenerazione irreversibile vi sono posizioni posturali che comprimono in modo anomalo le articolazioni della colonna cervicale. Per questo motivo le persone più coinvolte sono quelle che fanno un lavoro che le induce a restare per molto ore in piedi o seduti nella stessa posizione, come nel caso di chi lavora alla scrivania.

Il sollevamento dei pesi in modo errato può essere una causa. In tal caso ne rispondono figure professionali come facchini, trasportatori e scaricatori. Anche attività sportive traumatiche come boxe, football americano possono essere una delle cause. Non mancano le lesioni traumatiche da flesse-estensione del rachide cervicale, conosciuta in gergo come colpo di frusta.

Esistono inoltre dei fattori di rischio che possono promuovere la comparsa di questa patologia quali:

  • Sifosi
  • Scoliosi
  • Artrite reumatoide

I sintomi dell’artrosi cervicale

Poiché l’artrosi cervicale è una patologia degenerativa irreversibile, la sintomatologia peggiora con il passare del tempo. I primi tempi si avvertono solo leggeri fastidi, ma con la degenerazione della cartilagine e delle articolazioni, il sintomo tipico è il dolore che coinvolge tessuti vascolari e strutture nervose. Il dolore limita i movimenti e nei casi gravi diviene impossibile girare il collo o alzare la testa verso l’altro senza sentire dolorabilità.

Quando l’artrosi colpisce le prime tre vertebre della colonna si manifestano le cefalee tensive. Se invece la zona colpita tocca le vertebre in basso, il dolore può interessare spalle, braccia e mani.  Quando la patologia interessa la compressione del midollo, possono riscontrarsi problemi a carico della parte lombare della colonna e difficoltà di movimento alle gambe.

Questa tipologia di artrosi è accompagna da un particolare rumore che si avverte quando si muove il collo, rumore definito “sabbia nel collo”. Tra i sintomi più frequenti si riscontra:

  • Emicrania, cefalee acufeni
  • Disturbi visivi
  • Difficoltà nei movimenti di estensione, flessione e rotazione
  • Disturbi del sonno
  • Vertigini
  • Riduzione della forza
  • Disturbi tiroidei
  • Nevralgia del trigemino

Diagnosticare l’artrosi cervicale

Affinché il paziente segua la giusta cura, è fondamentale diagnosticare correttamente l’artrosi cervicale. È importante non confondere i segni con altre patologie con sintomatologia simile come periartrite della spalla, fibromialgia, sindrome del tunnel carpale, tumori cervicali compressivi, sindrome da compressione costoclaveare, artrite psoriasica, artrite reattiva, malattia di Forestier, sclerosi multipla, sclerosi laterale amiotrofica e molte altre malattie muscolo-scheletriche o neuromuscolari di vario grado di gravità.

artrosi cervicale cause

L’esame diagnostico per immagini è importantissimo per supportare la diagnosi. Si può eseguire la radiografia del tratto cervicale, la TAC, la risonanza magnetica o l’elettromiografia.  Quest’ultimo esame si svolge solitamente quando non si presentano evidenti alterazioni dalla radiografia/risonanza/TAC ma il dolore persiste ed è intenso.

Inoltre il medico che effettua la diagnosi può prescrivere in fase iniziale la radiografia, e poi procedere con gli altri esami.

Trattamento dell’artrosi cervicale

Poiché parliamo di una patologia degenerativa, purtroppo non esiste una cura.  Si può solo trattare l’infiammazione allo scopo di diminuire il dolore e migliorare la vita del paziente.

Il trattamento ovviamente dipende dalla gravità e dalla sintomatologia. Nei casi lievi, oltre al riposo si consiglia l’uso di farmaci antinfiammatori, miorilassanti o antiartrosici.

Oltre all’uso dei farmaci, si può ricorrere a diversi rimedi naturali che possono apportare benefici dal dolore e un po’ di sollievo nei movimenti. In fitoterapia si utilizzano le tinture madri per usufruire degli effetti delle piante oppure gli estratti naturali utilizzati sotto forma di pomate da spalmare localmente. Si usano:

Prodotti consigliati per il trattamento dell’artrosi cervicale

La tintura madre di Spirea ulmaria è impiegata per alleviare gli stati dolorosi provocati dall’artrosi cervicale come mal di schiena, dolore alle braccia, al collo e ai denti.

L’estratto di curcuma viene impiegata nella medicina ayurvedica da tantissimi secoli, infatti è alla base della medicina cinese. Ha la capacità di contrastare i processi infiammatori ed è per questo che si consiglia in caso di artrosi.

La Boswellia serrata, in particolare la sostanza che si estrare dai suoi rami e dal tronco, una gommoresina, svolge azione antinfiammatoria e analgesica per le patologie del sistema osseo-articolare. È ottima per trattare anche la sintomatologia che attacca il sistema muscolare.

La pomata a base di artiglio del diavolo è una delle più efficaci contro i sintomi provocati dalla degenerazione articolare e cartilaginea del tratto cervicale. Basta applicarla localmente nei punti dolenti per beneficiare di una sensazione istantanea di sollievo.

La tintura madre a base di salice bianco è ricca di glucosidi salicilici ottimi per la condizione dolorosa, poiché questo elemento è alla base della sintesi dell’acido acetilsalicilico, sostanza usata in molti farmaci.

Lascia un commento