Allarme tiroide per più di un italiano su dieci

tiroide

Secondo quanto affermano gli ultimi dati provenienti dall’Osservatorio Nazionale per il Monitoraggio della Iodoprofilassi in Italia (OSNAMI), una struttura che esegue la sorveglianza sul programma di iodoprofilassi nazionali, con coordinamento dall’Istituto Superiore di Sanità, il 12% della popolazione italiana sarebbe affetta da gozzo per carenza di iodio. Una percentuale in crescita, pur inferiore al 29% a livello mondiale, ma con grandi differenze tra le regioni.

Lo iodio – ricordiamo – è un minerale fondamentale per la produzione degli ormoni da parte della tiroide, i quali – a loro volta – svolgono un ruolo determinante nelle fasi di sviluppo e dell’accrescimento, come il mantenimento dell’equilibrio metabolico dell’organismo adulto.

La carenza di iodio mette a dura prova la tiroide, con il gozzo che finisce con l’aumentare di volume, determinando problemi nella deglutizione, e altri pregiudizi ancora più importanti per il metabolismo.

Lascia un commento