Agopuntura per smettere di fumare: serve davvero?

È possibile cercare di smettere di fumare attraverso l’agopuntura? Per quanto molti pensino che tale obiettivo non possa essere conseguito attraverso questa antica tecnica cinese, la risposta può essere positiva nei confronti di numerosi pazienti che sono affetti di dipendenza dal tabagismo. Il percorso che può condurre all’addio al fumo può pertanto passare anche attraverso l’agopuntura, che lavora sulla riduzione dell’ansia e dello stress spesso alla base di questa cattiva abitudine.

Come funziona l’agopuntura per smettere di fumare

agopuntura fumare

L’agopuntura può aiutare il soggetto a smettere di fumare andando a “curare” il sistema nella sua completezza, donando una maggiore consapevolezza e serenità e, pertanto, supportando l’individuo nel ritrovare il giusto equilibrio interiore di energia. Tra i metodi di agopuntura più utilizzati per smettere di fumare spicca senza dubbio l’Acudetox, una tecnica che prevede l’utilizzo di cinque aghi infissi in entrambe le orecchie, e lasciati in posa per almeno 30-40 minuti. Le sedute si ripetono per tre volte in tre giorni, con successive sedute di richiamo che – pur non essendo obbligatorie – sono comunque fortemente consigliate.

Leggi anche: Agopuntura per dimagrire, funziona davvero?

La stessa tecnica viene utilizzata per cercare di curare altre forme di dipendenza come quella dai farmaci. Il principio alla base del tutto è infatti semplice: si cerca di ottenere il giusto rilassamento, la diminuzione dell’ansia, l’inibizione dei sintomi di astinenza.

Quanto è efficace l’agopuntura per aiutare a smettere di fumare?

agopuntura_fumare_3

Purtroppo non esistono delle analisi scientifiche che possano dimostrare che l’agopuntura è un valido aiuto ai fumatori che cercano di perdere questo nocivo vizio. O, meglio, non è stata dimostrata l’efficacia dell’agopuntura rispetto ad altre forme di supporto per lo smettere di fumare. Alcuni studi hanno invece potuto facilmente dimostrare che variare il punto di applicazione dell’ago potrebbe essere sostanzialmente indifferente.

Leggi anche: Smettere di fumare fa bene al cuore e fa ingrassare

Di contro, è pur vero che in altri pazienti l’agopuntura si è rivelata una utile tecnica per trovare una nuova tranquillità ed equilibrio interiore: un valore aggiunto che è poi servito a effettuare delle riconsiderazioni su tale abitudine, e superare i principali sintomi dell’astinenza con maggiore facilità.

Effetti collaterali

agopuntura fumare

Stabilito quanto precede, non possiamo far altro che compiere un ulteriore passo in avanti, e comprendere se vi possano essere degli effetti collaterali all’agopuntura. In linea di massima, al di là dei fastidi che possono essere avvertiti nella zona dove sono stati inseriti gli aghi, non si riscontrano particolari elementi controproducenti: gli stessi fastidi locali passano inoltre abbastanza in fretta, e non sono accompagnati con altri pregiudizi.

Leggi anche: Smettere di fumare, i benefici della stimolazione magnetica

Naturalmente, il tutto dipenderà tuttavia dal modo in cui è gestita l’agopuntura: se è effettuata in maniera corretta e con la dovuta attenzione, si ridurranno a zero i rischi di infezioni derivanti da aghi sporchi o da ferite lasciate dagli aghi (se vengono infilati troppo in profondità).

Insomma, l’agopuntura è uno strumento alternativo per cercare di smettere di fumare e, sebbene manchino delle prove che l’agopuntura funzioni, è una tecnica priva di medicinali, relativamente sicura, apprezzata da quelle persone che hanno intenzione di abbracciare metodi naturali o alternativi per abbandonare la loro dipendenza.

Leggi anche: Cerotti detox per smettere di fumare

Lascia un commento