Acne: come eliminare questo fastidioso inestetismo estetico

L’acne è un’infiammazione delle ghiandole sebacee presenti nella pelle. Si presenta con papule, pustole, comedoni, cisti superficiali e quando la malattia si aggrava con fistolizzazione. 

Info generali

L’acne è direttamente proporzionale con l’infiammazione delle ghiandole sebacee. La pelle è un organo, formato da diversi strati. Quello esterno è chiamato epidermide, mentre il derma è lo strato intermedio che contiene strutture importante che sostengono. È proprio in questo strato che nascono i peli e le ghiandole sebacee, le quali s’infiammano provocando i classici sintomi. Sotto questi due tessuti, è presente il terzo tessuto chiamato sottocutaneo. Il sistema è però più complesso di quello che si pensa. Ogni pelo è accompagnato da una ghiandola sebacea, la quale produce sebo per permette alla pelle di restare elastica e di essere protetta. Nel momento in cui il sebo prodotto è in eccesso, questo viene conservato nella ghiandola. La massima produzione di sebo si ha verso i 10-12 anni di età, periodo in cui l’acne compare creando enormi fastidi.

Come si forma l’acne?

Quando il sebo in eccesso è tanto, questo si posiziona nel poro da cui fuoriesce il pelo, otturandosi, formando un mix di sebo e piccoli frammenti di cellule della pelle morte. È possibile però che il tappo creatosi si apre sotto la pressione del sebo, formando così un punto nero, chiamato scientificamente comedone aperto.

classificazione acne

Anche se esteticamente brutti, i punti neri sono meno temibili perché non causano infiammazione. Se il tappo invece resiste, il sebo si accumula nel canale in cui si forma il pelo, lacerando la guaina che lo riveste e provocando una forte infiammazione. Se l’epidermide sotto la pressione cede, si forma il foruncolo, oppure una papula. Nei casi gravi, quando l’infiammazione non riesce a trovare il modo di fuoriuscire, si formano cisti e noduli.

Cause

Le cause dell’acne sono principalmente tre:

  • Squilibri ormonali: le ghiandole sebacee producono sebo in eccesso sotto comando di un ormone, il testosterone, presente sia nei maschi che nelle femmine. Quando l’acne appare vuol dire che le ghiandole lavorano più del dovuto.
  • Cause batteriche: l’acne è incentivato da un batterio che normalmente vive sulla pelle e non causa problemi, Propionibacterium Acnes. Quando i pori sottocutanei si otturano, il batterio cresce e si moltiplica causando infiammazione.
  • Predisposizione generica: i soggetti che in famiglia hanno casi di acne, possono incorrere nello stesso problema.

Classificazione acne

acne formazione

L’acne non è tutto uguale, varia in base alle caratteristiche. È importante classificarlo, così da poter aiutare paziente e medico a combattere il problema. Abbiamo:

  • Comedonica lieve: è diciamo quella che colpisce quasi tutti. Si presentano leggeri punti neri su fronte e naso.
  • Comedonica grave: tutto il volto e la schiena sono ricoperti da punti neri .
  • Papulo-Comedonica: oltre ai punti neri si presentano sull’epidermide dei rigonfiamenti dolenti e rossi.
  • Papulo-Pustolosa: si presentano papule e pustole.
  • Pustolosa: quasi tutte l e papule sono trasformate in pustole e l’infiammazione è estesa.
  • Pustolo-Cistica: sono presenti cisti dure contenenti sebo e cheratina.
  • Cistica: sono presenti più cisti che pustole.
  • Conglobata: i comedoni si uniscono creando lesioni profondi e cicatrici.

 

Questa classificazione non va confusa con un’altra malattia delle palle chiamata acne rosacea. Si tratta di una dermatosi provocata da un acaro parassita. Colpisce principalmente le donne. Tra i sintomi abbiamo: volto rosso, papule, pustole e prurito.

acne brufoli

Che cosa fare per prevenire e combattere l’acne

Questo fastidioso problema può essere pervenuto e combattuto seguendo una serie di regole giornalmente.  È fondamentale seguire una dieta sana e bilanciata. Ridurre drasticamente l’assunzione di alimenti ad alto indice glicemico. Bisogna bere almeno due litri d’acqua al giorno. Le donne devono utilizzare dei cosmetici meno aggressivi. È importante struccarsi tutte le sere con un detergente delicato. Prima di assumere qualsiasi tipo di contracettivo è importante chiedere un parare al medico, poiché molte di queste pillole possono aggravare il problema. Se l’acne si presente di entità media-grave, si possono utilizzare dei farmaci mirati. Anche l’assunzione di probiotici può aiutare. Le donne possono regolarizzare il ciclo cosi da diminuire la comparsa di acne. È importante esfoliare la pelle con scrub o peelining chimici.

Non bisogna assolutamente scoppiare e premere i brufoli. Quando ci si lava il viso, questo va tamponato e non graffiato strofinando. Niente creme o pomate a base oleosa. Non usare troppo male-up. Se si usa una terapia farmacologica meglio non esporti al sole.

acne cause

Anche l’alimentazione gioca un ruolo importante. Preferite gli alimenti ricchi di antiossidanti, vitamina C ed E. Non bisogna eccedere con il consumo di carboidrati. La dieta deve essere ricca di vitamine, sali minerali, fibre, grassi insaturi e glucidi complessi. I fermenti lattici aiuto ad equilibrare la flora intestinale, cosi che le ripercussioni intestinali non sfocino con l’acne.

Cure e rimedi naturali

La natura offre ai soggetti che soffrono di acne innumerevoli soluzioni del tutto naturali e prive di effetti collaterali. Le piante infatti sono delle vere e proprie soluzioni per combattere l’acne.  I rimedi naturali più efficaci sono:

  • Tisane depuratrici a base di bardana, tarassaco e viola del pensiero.
  • Rimedi naturali al fine di regolarizzare il ciclo. Si usano il timo, la calendula, l’agnocasto e il finocchio.
  • Rimedi naturali ad azione calmante e ansiolitica, per combattere acne causato da stress. In tal caso useremo camomilla, valeriana e melissa. nonacne
  • Ad uso topico sono le creme ad azione purificante e remineralizzanti a base di argilla.
  • Gli impacchi e gli oli essenziali atti a disinfettare la cure sono composti da timo, limone, salvia, mirto, sarsaparilla e bergamotto.
  • Olio di melaleuca ideale per l’acne refrattaria.
  • Echinea usata nelle tisane come immunostimolante.
  • Rimedi naturali disintossicanti per fegato composti da boldo, carciofo e cardo mariano.
  • Estratti vegetali con proprietà antiandrogene a base di semi di zucca, pideo africano e Serenoa repens.
  • Estratto di semi d’uva per levigare la pelle e colmare lo spazio interstiziale.
  • Trifoglio rosso per ridurre l’eccesso di sebo.
  • Infusi a base di foglie d’ortica per rigenerare la pelle e la cicatrizzazione dei tessuti.

Prodotti affiliati

agnocasto anastorePer combattere l’acne con prodotti naturali, quindi privi di effetti collaterali, abbiamo Agnocasto Bio (Vitex agnus-castus) prodotto da Anastore. Si tratta di un integratore naturale a base di agnocasto, il quale favorisce la regolarità del ciclo mestruale, cosi da combattere di conseguenza l’acne.

Nonacne è un prodotto composto da soli ingredienti naturali a base di erbe. Nella lista degli ingredienti abbiamo: Trifoglio Rosso, Sarsaparilla, Estratto di Semi d’Uva, Foglia di Ortica, Vitamina C, Zinco.

Lascia un commento