Acido glicolico: Vantaggi e utilizzi

L’acido glicolico è un prodotto naturale che può garantire ottimi risultati nelle applicazioni per la cura della pelle: un vero e proprio toccasana che, non a caso, è utilizzato dai dermatologi per poter curare alcune malattie della pelle, garantendo un risultato straordinariamente efficace sul fronte del mantenimento di una pelle sana e giovane.

Ma dove si trova l’acido glicolico? E come agisce?

acido-glicolico-2

Acido glicolico: come trovarlo

L’acido glicolico è un acido alfa-idrosso che non ha odore, e può essere facilmente dissolto in acqua. Nonostante sia ricreabile anche attraverso reazioni chimiche, è semplicemente individuabile in alcuni elementi naturali come la canna da zucchero, l’ananas, le barbabietole da zucchero, l’uva acerba o il melone.

In ogni caso, il nostro consiglio è naturalmente quello di acquistare l’acido glicolico nelle varie concentrazioni diffuse nei prodotti farmaceutici (da banco), dove di norma l’acido glicolico è limitato al 3%. Concentrazioni più elevate sono invece riferibili unicamente a prodotti ottenibili dietro prescrizione medica, per applicazioni in ambito clinico.

acido-glicolico-3

Come agisce l’acido glicolico

L’acido glicolico è composto da piccole molecole che possono penetrare nella pelle, allentando i legami che permettono alle cellule superficiali di stare insieme. In altri temini, l’acido glicolico può favorire il distacco della pelle morta, garantendo alla pelle nuova di mantenere un aspetto più fresco e più morbido. L’acido in questione supporta inoltre la produzione di collagene e di elastina, distendendo la pelle e rendendo meno evidenti le rughe. Può inoltre facilitare a ridurre le cicatrici, l’iperpigmentazione e altre condizioni della pelle che non sono particolarmente gradite.

Per cosa può essere utilizzato l’acido glicolico

Dalle righe che precedono dovrebbe essere piuttosto chiaro che l’utilizzo dell’acido glicolico è in grado di generare evidenti vantaggi sotto molteplici profili applicativi.

acido-glicolico-4

A titolo esemplificativo e schematico possiamo tuttavia ricordare che l’acido glicolico può essere utilizzato per:

  • Acne e cicatrici superficiali indotte dall’acne
  • Pelle secca
  • Colorito opaco e spento della pelle
  • Segni dell’età, con invecchiamento della cute
  • Macchie della pelle e tono della cute non uniforme
  • Punti neri e altre impurità della cute
  • Rughe sottili
  • Pelle che ha subito danneggiamenti dal sole
  • Iperpigmentazione
  • Irregolarità genetiche della pelle

Più complessivamente, l’acido glicolico è quindi in grado di migliorare la struttura e l’aspetto generale della pelle: un toccasana per il proprio benessere e per la propria bellezza.

Acido glicolico come esfoliante

Dalle righe che precedono appare chiara che una delle principali funzioni dell’acido glicolico è quella di permettere un’esfoliazione della pelle, rimuovendo le cellule morte e permettendo a quelle che – permetteteci la semplificazione – “stanno sotto”, di uscire alla luce e mostrarsi in tutta la loro forma.

Ma compiamo un passo indietro. L’esposizione della pelle alla luce solare rallenta la velcoità con cui le cellule “vecchie” abbandonano la superficie della pelle: un meccanismo graduale, che tuttavia vi donerà un aspetto invecchiato e non giovanile. Attraverso il peeling con acido glicolico si punta invece a regolarizzare tale processo, fornendo una comoda rimozione dello strato superiore della pelle attraverso trattamenti esfolianti della durata di circa 15 minuti, da ripetersi almeno due o quattro volte al mese.

acido-glicolico-5

Non solo: una sua corretta applicazione permetterà altresì di eliminare l’olio in eccesso, contribuendo a prevenire l’acne e migliorare il tono della pelle. In ogni caso, attenzione a non fare confusione: i prodotti acquistabili “da banco” contengono concentrazioni di acido glicolico molto basse, che non sono particolarmente efficaci se desiderate conseguire risultati particolarmente brillanti, a fronte di situazioni evidentemente deteriorate.

Basti considerare che raramente i trattamenti prescrivibili o acquistabili per applicazioni domestiche hanno percentuali di acido glicolico superiore a pochi punti percentuali. Di contro, i trattamenti clinici possono vantare percentuali di acido glicolico che possono arrivare anche al 50%!

Precauzioni sull’acido glicolico

Fin qui, tutti i benefici dell’acido glicolico per la propria pelle. Ricordate tuttavia che l’acido glicolico è una sostanza altamente irritante, e che pertanto nella sua applicazione si dovrebbero assumere alcune cautele fondamentali come, ad esempio, provare l’acido su una piccola zona della pelle prima di applicarlo interamente su zone più ampie. Inoltre, consigliamo di consultare sempre un medico prima di procedere all’applicazione dell’acido glicolico, anche se il prodotto è “da banco” e non necessita quindi di una prescrizione.

Lascia un commento