Acidità di stomaco: le cause ed i rimedi naturali.

Con un eccesso di liquidi prodotti si ha un irritamento della parete protettiva della mucosa gastrica, decisamente fastidiosa. Ma il prolungamento di tale produzione in eccesso potrebbe rischiare di trasformarsi in patologie. Le cause dell’acidità di stomaco possono essere diverse: alimentare, farmacologica o psicologica. L’acidità di stomaco da causa  alimentare  può essere determinata da quei cibi o bevande che hanno un alto grado acido o che possono esercitare un’azione irritante, come ad esempio i cibi piccanti, le bibite gasate gli alcolici ed i super alcolici.

acidità di stomacoacidità di stomacoLe cause farmacologiche possono essere causate dall’assunzione di determinati famaci, come ad esempio i farmaci antinfiammatori non steroidei, la cui assunzione dietro prescrizione medica è sempre preferibile a stomaco pieno. Altra causa dell’acidità  di stomaco possono essere di carattere non fisico ed appartenere alla sfera psicologica.  Una condizione di stress molto forte può determinare delle alterazioni  nella corretta produzione e gestione dei succhi gastrici tali da determinare appunto l’acidità di stomaco. Dei buoni esercizi di respirazione e la regolare pratica di tecniche di rilassamento, possono aiutare nella risoluzione del problema.

Acidità di stomaco: i rimedi

 L’acidità di stomaco continua,  se non gestita, può dare origine a complicazioni  sino sviluppare delle vere e proprie patologie come il reflusso gastroesofageo, la gastrite e l’ulcera

La prevenzione rimane sempre la miglior soluzione ma, sebbene orientati verso una alimentazione sana ed equilibrata può accadere comunque, per i motivi più  disparati come quelli appena elencati, che si verifichi una acidità di stomaco. A questo punto l’intervento veloce aiuta per un immediato sollievo dal fastidio ed una risoluzione del problema.  Come prima cosa si può ricorrere ad alcuni alimenti che hanno la capacità di ridurre l’eccessiva presenza di acidi nello stomaco come ad esempio alcuni frutti come mele e banane, soluzioni decisamente di emergenza, oppure, sempre secondo una logica di emergenza, utilizzando  qualche pezzetto di pane.acidità di stomaco

Va poi ricordato che è sempre meglio preferire piccoli pasti ripetuti più volte, cinque l’ideale, piuttosto che pranzi abbondanti. Questo, soprattutto per chi soffre di acidità di stomaco con maggiore frequenza, serve per evitare il sovraccarico dell’apparato digestivo, propendendo per una seppur continua ma ridotta presenza di cibo nel suo interno, evitando l’aggressione di succhi gastrici non più sollecitati ad un super-lavoro.

Oltre a quei rimedi di emergenza, esistono dei rimedi naturali il cui compito è proprio quello di ridurre l’acidità dello stomaco. Tra questi sicuramente il più conosciuto rimane il bicarbonato di sodio, diluito in un bicchiere d’acqua ed usato anche come digestivo. Anche la camomilla, da sola o accompagnata da melissa e valeriana, assolve alla sua funzione di ridurre l’acidità di stomaco ed avere un effetto rilassante.

Anche il latte di mandorla  può essere una buona soluzione, in quanto agisce come regolatore dei succhi gastrici, e la liquirizia, di cui si possono masticare le radici oppure consumare qualche confetto lavorato allo stato puro. Ma per quest’ultima è bene fare attenzione per le quantità assunte in quanto fa aumentare la pressione e questo potrebbe essere pericoloso per quei soggetti a rischio. Inoltre, la liquirizia non è particolarmente consigliata in gravidanza. Ma ovviamente non ci riferiamo ad un consumo una tantum di piccole quantità.

Altri validi alleati per combattere l’acidità di stomaco sono le verdure lesse e le patate bollite. Condite con un pizzico di sale ed olio extra vergine di oliva, messo a crudo, sicuramente aiutano o stomaco, ma anche l’organismo in generale.

Lascia un commento